Spigolature, Uncategorized

Ἑαυτὸν τιμωρούμενος – 23 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Ἑαυτὸν τιμωρούμενος (il punitore di sé stesso) è una commedia di Terenzio il cui protagonista potrebbe essere il nanetto Brunetta. Nella trasmissione “Si/No” condotta venerdì sera da Mentana (che da moderatore però manca assolutamente di polso quando si tratta di obbligare i partecipanti a rispettare le regole di un dibattito serio – dovrebbe riguardarsi il dibattito sulla Brexit alla BBC. Ma si sa tiene famiglia…) ha vinto il campionato mondiale di arrampicata sugli specchi a cominciare dalla contestazione iniziale al governo del testo referendario … fissato dalla cassazione e non dal governo (una balla mondiale ripresa –  c’è da meravigliarsi? – dal direttore Sallusti del “Il Giornale” di oggi 24 Settembre)! L’aggressività prevaricatrice riesce a renderlo così antipatico che molti elettori si saranno convinti a votare “si” non fosse che per fargli un dispetto. La sua maggiore caratteristica è quella di ripetere ossessivamente le stesse frasi come se fossero un mantra divino coprendo la voce degli interlocutori anche se non è il suo turno. Una maleducazione che ha trovato un clamoroso contraltare nel  coéquipier Civati (in quale compagnia!) il quale ha esposto le proprie ragioni in modo pacato ed educato così come ha fatto Nardella (di Galletti – nihil – inutile parlare). Brunetta anziché rimanere sull’argomento oggetto del dibattito svicola regolarmente buttando tutto in  caciara e propaganda di bassa lega lamentando la condanna sacrosanta di Berlusconi, i parlamentari a suo giudizio illegittimi per la sentenza della corte costituzionale (che però non ha certo richiesto l’interruzione della legislatura!), una versione del tutto personale della rottura del patto del nazareno, una narrazione risibile della rottura del patto della crostata.. (Penso spesso ai suoi  poveri studenti con un professore di tal fatta). Ad ogni piè sospinto non riesce a trattenersi dall’intervenire in modo sgangherato convinto di averne diritto per investitura divina (Berlusca…). Insomma i sostenitori del “si” non possono che ringraziare il piccoletto: se non ci fosse bisognerebbe inventarselo! Grazie Brontolo (senza la sua simpatia..).

Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature, Uncategorized

Il nulla “au pouvoir” – 22 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

La teenager attempata catapultata senza rendersene conto alla guida di Roma (alla stregua di Scajola cui era stato acquistata una parte di appartamento senza saperlo!), è una tipica esemplificazione del  concetto di “re travicello” la quale, incapace di prendere decisioni autonome, aspetta l’imbeccata di un sedicente direttorio e di un clown emulo di Giannini (il leader del movimento – again – de “l’uomo qualunque”), e ha comunque dimostrato di essere un’esponente “firmata” di quell’accozzaglia di dilettanti che sono i pentastellati. Anche nella maleducazione (esemplificato dal linguaggio grossolano di Di Battista), facendo aspettare oltre 30 minuti il presidente del CIO italiano  senza avere neppure la delicatezza di avvertire e per un impegno inderogabile … come papparsi un minestrone. Ovviamente la ragione inconfessata è stata l’incapacità di confrontarsi non avendo a disposizione l’auricolare di teledirezione che utilizzava Ambra Angiolini (la Raggi sembra proprio la Angiolini invecchiata senza saperlo!). La conferenza stampa nella quale ha pomposamente annunciato la rinuncia alle olimpiadi è tutta da rivedere: le parole sono lentamente e faticosamente estratte dal residuo di materia cerebrale con il contagocce cedendo appena possibile la parola al vicesindaco e dando la costante impressione di chiedersi “ma che ci faccio qui? cosa dirà il padre padrone Grillo?” come una studentessa impreparata uscita dall’uovo di Pasqua. E questa sarebbe la punta di diamante, l’esemplificazione della capacità di governare? Ma allora “arridatecene” Veltroni, Rutelli e persino Alemanno e tutti gli altri che almeno avevano la capacità di esprimersi in pubblico. Dopo due mesi di “sgoverno” della città, con regole (?) costantemente non applicate ma “interpretate” (v. il caso Muraro), senza un assessore importantissimo come quello al bilancio, con i vertici (ma non dovevano non esistere?) in costante lite interna, con la soppressione delle sedute in streaming, dove “uno vale tutti”, come è possibile che ci siano ancora elettori che credono nel movimento? Non c’è da meravigliarsi: la maggioranza degli elettori sono bambini dell’asilo (cito Berlusconi) il cui massimo divertimento è distruggere senza sapere costruire.  Ma le spese le fanno tutti gli elettori non il pugno di adepti della rete che decidono, utilizzando un sistema di voto che anche un bambino saprebbe manipolare.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature, Uncategorized

Spottoni – 20 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Tg3 regionale delle 19.30 del 20 Settembre. 5 (cinque!) minuti sono dedicati alla nuova canzone di un tale “Kuda”, un carneade ignoto alla maggioranza del pubblico, con tanto di intervista, brani musicali etc. Lo stesso tempo dedicato, all’omicidio sul lavoro dell’operaio egiziano. È del tutto evidente che si tratta di pubblicità a pagamento e non certo di servizio pubblico, ma proprio come tale dovrebbe essere trattata e non come notizia di rilevanza pubblica. È un malcostume che ormai si ripete regolarmente e se tale non é qualcuno potrebbe spiegare perché un nuovo disco della Netrebko, della Bartoli, di Pollini etc. mai é considerato di interesse? La risposta é ovvia: i tg sono gestiti da ignoranti patentati che parlano a un pubblico di ignoranti. Chiudo rapidamente queste considerazioni: siamo un paese senza speranza e senza futuro. In una Europa che ormai non esiste più neppure di nome.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature

Onestà e competenza -19 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete il blog delle recensioni musicali kurvenal.wordpress.com
Oltrepassata la venerabile soglia dei 70 anni è inevitabile guardare indietro e il panorama politico italiano è sconsolante. Oggi si parla degli attuali scandali e scandaletti. Ma chi si ricorda di Tanassi, di Longo, del “miracolato” Gui, di Trabucchi (quello delle banane – nomen omen) etc. etc. E non sono questi Savonarola d’accatto, incapaci di un italiano corretto, dei 5 stelle che cambieranno il mondo, politicanti a tempo pieno in cerca di gonzi per i loro interessi capitanati da un ridicolo comico e da un manipolatore del software-Moloch (e stendo un velo pietoso sulla Raggi-tentenna). Ma, dico, come mai le persone come me e come i conoscenti che frequento, persone che non toccherebbero un solo euro del denaro pubblico (e ce ne sono), assolutamente capaci, mai, dico mai, sono chiamate a gestire la cosa pubblica? Eppure io come loro lo farei gratuitamente, sufficientemente soddisfatto della mia pensione di professore universitario senza alcun interesse che quello del bene altrui. Altro che ignoranti, faccendieri, corrotti, trafficanti (v. Scilipoti, Razzi & company) ma solo persone per bene nel senso tradizionale della parola. Ok è evidente che la mia è solo un’utopia ma è quella che probabilmente vivevano i nostri padri costituenti dopo la tragedia della seconda guerra mondiale.  A fronte di un mondo che va in fiamme quanto bisogno ci sarebbe di persone posate, aliene dai toni gridati, pronte al confronto per il bene comune e disposte a farsi da parte per fare posto a persone migliori di loro. Basta, per favore, con questi modestissimi funzionari di partito (di ogni orientamento) beceri, ignoranti, privi di background culturale e con l’unico merito di essere appunto di un partito. Basta: non voglio sembrare un novello epigono di Campanella ma ne ho piene le balle di questi politici di valore nullo o addirittura negativo. E voglio almeno avere il diritto di urlarlo al mondo intero.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature, Uncategorized

No e poi no – 16 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Sia ben chiaro, ognuno ha il diritto di esprimere un’opinione e di comunicarla all’intero mondo ma non capisco con quale autorità su un argomento così controverso come la riforma costituzionale e per il quale ogni singolo individuo è chiamato a  votare, le associazioni (Anpi, Cgil, Cisl etc.) debbano o possano esprimere un parere che dovrebbe rappresentare la posizione degli associati. Di fatto il “parere” è quello della maggioranza degli organi direttivi, senza che vi sia stata almeno una consultazione della base e su un argomento che non è di stretta pertinenza delle organizzazioni. Insomma un intervento improvvido e verticistico che appare più una pressione sul governo che una ponderata e verificata riflessione. E certamente fa specie l’Anpi, un’organizzazione che dovrebbe riunire i “pochi” sopravvissuti di quel periodo così importante della nostra storia e che invece per la propria sopravvivenza (le associazioni in Italia nascono e non accettano mai di morire – si vedano gli innumerevoli e immortali enti inutili) accetta richieste di iscrizioni anche di “millennials”.  Naturalmente se fosse una associazione per le celebrazioni della resistenza nessun problema ma associare ai partigiani dei giovincelli che forse sono anche poco preparati storicamente è un po’ penoso. Mi aspetto che ora intervengano ed esprimano il loro parere anche le associazioni dei garibaldini, dei reduci della grande guerra e – perchè no? – dei partecipanti alle brigate internazionali di Spagna. No e poi no, con la scusa che la riforma è pasticciata, che se si volesse si potrebbe fare una bella riforma in poco tempo (e come dimostra ovviamente il recente passato…) e che pur di rappresentare “lo spirito che nega” (Mefistofele) si è disposti a lasciare che l’Italia rimanga indietro con un processo legislativo comprensibile dopo il fascismo ma oggi assolutamente non in linea con i tempi. E fra questi “nichilisti” svetta il “baffino” che fu bellamente uccellato dal perfido Berlusconi e che con il tipico livore e invidia del trombato oggi spera in una sorta di resurrezione pestando i piedi come un bambino viziato senza rendersi conto che il tempo passa per tutti e che per tutti viene il tempo della pensione. Insomma si può anche smettere di fare danno….
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature, Uncategorized

Di vallo in vallo – 8 Settembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Contro i barbari cominciarono i cinesi con la grande muraglia intorno all’VIII secolo b.C., seguiti poi dai romani con il vallo Adriano e il vallo Antonino nel II secolo a.C. Strutture che furono poi abbandonate in quanto si fortificarono le città. Ai tempi nostri si possono ricordare la linea Maginot dei francesi contro i nazisti, il vallo atlantico dei nazisti contro gli alleati e il muro di Berlino. Se si esclude la grande opera cinese tutti i “valli” sono sempre risultati costosi e inutili. Si sarebbe potuto pensare che “historia magistra vitae” e invece no:  il secondo millennio è tutto un fiorire di nuovi muri contro i moderni “barbari”, disperati pronti a tutto in cerca di un minimo di speranza di sopravvivere, siano essi provenienti dal continente africano o dai paesi arabi o dal Messico. “Avanguardia” in questo contesto è l’Europa (sì, quella che avrebbe dovuto costituire un vaccino dopo la seconda guerra mondiale) e che invece della fascista Ungheria (ma quando di deciderà l’UE a sanzionare in modo pesante economicamente Orbàn? oppure si teme un ritorno dei magiari nell’alveo dell’orso russo, la stessa politica miope adottata nei confronti del fascista Erdogan?) accetta in modo supino il muro e una politica illiberale e nazionalista. Oltre al muro fra Serbia e Montenegro manca ancora un muro fra Germania e Polonia e fra Austria e Italia ma…. Con il suo progettato muro di Calais ora abbiamo anche la new entry UK, che dopo la Brexit ritiene di avere mano libera su tutto (ma possibilmente senza pagare dazio…) e che ha come complice il “socialista” Hollande che pur di raccattare un minimo di speranza (illusione) di essere rieletto accetta che sul suolo francese venga costruito un muro con i fondi inglesi (neppure un po’ di dignità economica). E la Francia dovrebbe essere una delle tre nazioni (insieme a Germania e Italia) di un direttorio in grado di tenere alta la fiaccola europea! Se le previsioni politiche sono attendibili nei prossimi cinque anni sarà tutto un fiorire di confini, valli. visti, dogane etc. Ma allora qualcuno può spiegarmi che cosa rimane dell’ideale europeo e dei suoi principi costitutivi, tenendo conto che l’unico elemento comune è l’Euro, quotidianamente sotto attacco politico e che barcolla pericolosamente nel baratro della crisi economica?
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard