Spigolature, Uncategorized

L’assessora – 24 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Dunque la sindaca della metropoli di Calderara di Reno Priolo, in spregio a qualunque criterio di opportunità (non si tratta qui di questione di legittimità), ha preteso – e ottenuto! – di essere nominata assessore al traffico di Bologna, esibendo come credenziali la totale incompetenza in materia, forte di un appoggio oggettivo del consorte (che come Scajola –  poverino –  “non ne sapeva nulla”) e di una incomprensibile (o forse comprensibilissima) acquiescenza del sindaco Merola. Come recenti “bellinate” si è esibita nella pretesa di istituire una corsia preferenziale per le moto di cui nessuno sentiva il bisogno, salvo dovere annullare la improvvida decisione a fronte di risultati pratici disastrosi, e ora – di fatto – vuole riaprire il centro storico alle auto (proposta ammantata di motivazioni risibili). Forse non è mai andata fuori dal comprensorio bolognese visto che in tutte le città europee i centri storici sono vieppiù pedonalizzati e a Bologna persino i commercianti – la conservazione fatta persona – hanno dovuto ammettere obtorto collo che la chiusura del centro ha favorito il commercio. Ora si potrebbe ipotizzare che l’assessora sia mossa da una pulsione irrefrenabile a distanziarsi e differenziarsi dal suo predecessore Colombo (una trumpite in sedicesimo) che richiederebbe l’intervento di uno psicanalista,  ma forse le andrebbe ricordato che gli amministratori seri (non Trump, per intendersi) non si accaniscono contro i provvedimenti dei predecessori (soprattutto se apprezzati dalla maggioranza della popolazione)  ma si occupano di risolvere i problemi rimasti irrisolti (e ce ne sono!). Ora aspettiamo che rimuova l’unico autovelox sui viali di circonvallazione dove sfrecciano auto a 80-90 Km/h, cancelli le multe sulle preferenziali e istituisca corsie riservate ai TIR nel centro storico. Il tutto nel silenzio se non con la copertura colpevole del sindaco Merola (e le sue dichiarazioni in merito sono semplicemente patetiche)  e c’è voluto l’intervento di Mazzanti a intimare uno stop allo scempio. “Quousque tandem…” si dovrebbe dire dopo venti secoli di storia. Intanto il PD deve quotidianamente  leccarsi le ferite aperte dalla perdita di voti favore dei pentastellati: con questi personaggi persino la sindaca Raggi fa la figura di un gigante!|
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Vita su altri pianeti – 23 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Potrò sembrare un inguaribile positivista (e probabilmente lo sono) ma la scoperta di un pianeta distante 39 anni luce (raggiungibile con i mezzi attuali attraverso un viaggio di 4000 anni)  con atmosfera da permettere forse la vita non mi ha provocato alcuna emozione. Non ho mai dubitato che nella grande vastità di un universo in continua espansione ci fosse da qualche parte una possibile forma di vita, ma al di là dell’interesse puramente speculativo faccio fatica a capire cosa ci sia di così eccezionale da suscitare un’improvvisa ondata di entusiasmo, come se si fosse trovata la cura finale del cancro o la pietra filosofale. L’emotività avrà vita breve: entro qualche giorno la notizia finirà nelle pagine interne dei giornali per scomparire definitivamente fino a quando si scoprirà che almeno 50 anni fa (questo è il ritardo minimo delle onde elettromagnetiche che ci raggiungono da quel pianeta) c’era una goccia d’acqua. Ma poi? E’ lo stesso disinteresse che mi provocano altre “scoperte” astronomiche come quando oggi veniamo a sapere che un milione di anni fa (il tempo di navigazione dell’informazione) è esplosa una supernova. Buono a sapersi, ma ora? Naturalmente la sete di sapere dell’uomo gli è inevitabilmente connaturata ma in questo caso siamo in un campo praticamente senza ricadute pratiche e io da inguaribile laico sono solo interessato alle problematiche terrene e alle loro soluzioni hic et nunc. Naturalmente posso sbagliare e sarei ben contento di farmi convincere che invece le ricadute in termini positivi per l’umanità ci sono ma aspetto da moltissimi anni una qualsiasi risposta a domande rimaste inevase. In attesa di qualche altra “scoperta” ugualmente eclatante e altrettanto inutile (a costi elevatissimi).
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Talk show – 21 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

 Sbandierata come l’alternativa al “Di martedì” della 7 sbarca sui Rai 3 la versione serale di “Carta bianca”, un programma che viene trasmesso quotidianamente prima del TG delle 19. Mentre la versione quotidiana (30 minuti) ha alcuni spunti interessanti nella sua brevità, quella serale è una brutta copia noiosa e prolissa di quello che fu “Ballarò”. Con i soliti “politici” e sindacalisti che frullano da un un talk show a un altro ripetendo sempre gli stessi slogans triti e ritriti intervistati sempre dagli stessi giornalisti. Ma un azzimato fuori corso Di Maio con le sue difficoltà di congiuntivi e condizionali a chi può interessare? (A proposito qualcuno ricorda che fra le tante regole disattese dei pentastellati c’era anche il divieto di comparire in TV? Nessun senso del ridicolo). E Landini quante volte ce lo dobbiamo  sorbire (altro maltrattatore della lingua italiana). E una volta un colpo di genio intervistando magari un “quidam de populo”, qualcuno della “base”? Potrebbe essere un esperimento interessante. Oppure si tratta di rispettare il Cencelli televisivo?  Io, bloccato in casa, ho visto un bell’incontro di calcio molto più interessante dell’ex smacchiatore del giaguaro sulla 7 (che pena l’autoreferenzialità). Insomma quando si capirà che di questi programmi non se ne può più? Qualcuno guarda la BBC o Arte o anche i programmi della Germania o della Francia? Non c’è nulla di simile confermando che in fatto di TV siamo il fanalino di coda dell’Europa. Ci si salva solo con Rai storia e Rai 5. Consoliamoci.
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

.. e scissione fu .. – 20 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

… o almeno così sembra; in questi casi non si sa mai! Di certo io auspico che un Bersani definitivamente “provato” dalla malattia e un narcisistico D’Alema interessato solo a pavoneggiarsi e ad ascoltare il suo solipsistico eloquio se ne vadano. Un po’ meno coerente è la posizione di Emiliano (ma forse temeva di essere bollato come scissionista della scissione…) mentre Rossi è semplicemente il nulla che avanza alla ricerca di una visibilità non altrimenti acquisita. Ma le divergenze sono un Hunpty Dumpty (o più semplicemente una valanga nella nostra lingua) che una volta avviate si ingrossano  vieppiù sempre senza possibilità di ricucitura. Di certo globalmente la sinistra (ma non solo) ha nel suo DNA la scissione e la rottura dimenticando troppo spesso che il nemico non è il vicino di poltrona ma gli agguerriti avversari (nemici?) politici pronti a trasformare l’Italia in una succursale del Trumpismo e del Lepenismo. E’ però anche vero che nessun partito può accettare un logoramento prolungato di una minoranza antidemocratica che ogni giorno trova un pretesto per minare la maggioranza  e che oggi – in termini pratici – ha trovato il suo pretesto pratico nella definizione della data del congresso (sic!), una questione di importanza riconosciutamente galattica. Inutile dire che questo favorirà la destra e quando il PD e Sinistra Democratica (pare che si chiamerà così la nuova formazione) unitamente ai quattro gatti sopravvissuti di Fratoianni avranno perso le elezioni a favore di Salvini & Co. non si avvierà una riflessione politica sulla mancanza di credibilità di uno schieramento politico capace solo di dividersi ma solo un battibecco autoreferenziale su di quale gruppuscolo sia la responsabilità. Personalmente, comunque, – e l’ho già scritto – preferisco una situazione di chiarezza e ciascuno si conti. Spero solo che gli elettori puniscano questi tre sventurati che a un dibattito serrato – ma con le regole democratiche della maggioranza! – preferiscono costituire l’ennesimo ridicolo gruppuscolo per il quale avranno avuto anche il problema di trovare un nome da associare all’aggettivo “sinistra” visto che ormai il vocabolario  è quasi esaurito. E purtroppo a fronte delle grandi scissioni (menscevichi vs. bolscevichi, comunisti vs. socialisti, socialdemocratici vs. socialisti etc.)  questa vicenda ha solo la caratura di un avanspettacolo di guitti, uno spettacolo per il quale la società italiana non ha pagato alcun biglietto ma di cui pagherà invece le conseguenze.
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Kafka e il PD – 17 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Con molta franchezza confesso che dei “talk show” non ne posso più, e quando la sera sono a casa e accendo la TV posso guardare di tutto ma non più politici che si riempiono la bocca di parole, incapaci di ascoltare gli altri, interessati solo a sopraffare la voce altrui e con dei “conduttori” che fanno di tutto fuorché “moderare”, anche perché se facessero veramente il loro mestiere la politica li farebbe cacciare. Ma… ieri sera mi sono fatto forza e ho ascoltato il programma della Gruber con Mieli,  Carofiglio e Speranza, esponente della “sinistra” del PD. Semplicemente non credevo alle mie orecchie. Prima Speranza protesta per un congresso potenzialmente tenuto in tempi troppo ravvicinati ma quando Mieli gli ricorda che lo statuto del PD prevede un congresso entra 4 mesi in caso di dimissioni del segretario e chiede se la data di Giugno soddisfarebbe la richiesta della sinistra la risposta non è si/no ma .. che il problema è politico. Ovvero, in soldoni, va tutto bene fuorché una vittoria di Renzi al congresso, con la faina D’Alema che vorrebbe riprendersi il partito. Siamo nuovamente in presenza di quella sinistra fumosa e “benaltrista” che ha nel suo DNA la dissoluzione e la sconfitta. Sia chiaro: Renzi ha commesso errori palesi e proprio il congresso, preceduto dai congressi locali per eleggere i delegati, è l’area per un confronto delle idee ma se poi la maggioranza elegge Renzi come segretario come la mettiamo? Semplicemente con una scissione. Io penso che tutti gli appelli all’unità siano un errore perché ci sono situazioni incancrenite che non sono risolubili con una pax artificiosa che comunque logorerebbe il partito rimandando solo una decisione inevitabile. Poi ci si conti, ben sapendo che questa vicenda (non la decisione se scindersi o meno) ha già regalato alla destra, ai populisti (e persino a quel rottame di Berlusconi) la vittoria alle prossime elezioni. Si chiama Partito Democratico ma sono i suoi esponenti che per primi rifiutano le regole della democrazia ovvero quella della maggioranza!
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Il mondo a rovescio – 16 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Le vicissitudini dei “centri sociali” a Bologna sono un buon paradigma di un mondo che non mi (ci?) appartiene più. L’idea che un gruppo di ragazzotti in minima parte iscritti all’università possa avere il coraggio di chiedere le dimissioni del rettore e “magari” del sindaco (perchè non anche il presidente del consiglio, il presidente della repubblica, il presidente degli stati uniti Trump e financo quello della bocciofila di Casalecchio?) dopo avere degradato, lordato, sfasciato una biblioteca è allo stesso tempo ridicola e tragica.  Che sia ridicola è facile da capire ma è la tragicità che induce a una riflessione. Quale è la visione del mondo di questa sparuta minoranza? Quali sono i potenziali presupposti culturali se non quelli dell’anarchia, della rivolta per la rivolta senza alcun fine specifico, del piacere di distruggere quello cui ritengono di avere diritto? Sanno questi decerebrati che il risultato di tutto questo non saranno certo le invocate dimissioni (ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere) ma l’ingrossamento delle fila degli elettori di destra e segnatamente quelli di Salvini e della Lega? Proprio quelle formazioni politiche che invocano l’uso indiscriminato di manganelli e di altri strumenti di repressione. Insomma il tanto peggio tanto meglio. A chi come il sottoscritto trova nella sinistra la sua collocazione culturale risultano ormai intollerabili gli slogan per gli “spazi culturali autogestiti”, la libertà al di fuori di ogni regola, l’uso privatistico di beni pubblici etc. E quindi – audite audite! – non trovo nulla da eccepire all’intervento della polizia in ateneo quando le regole di civile convivenza sono violate. La polizia non deve mai entrare in ateneo quando si confrontano idee, anche totalmente divergenti, ma deve sempre intervenire quando la libertà dei singoli è prevaricata da una sparuta minoranza. Come nel caso della maggioranza dei musulmani incapaci per assenza di organizzazione di emarginare le minoranze violente con dimostrazioni di massa, così sarebbe auspicabile che la maggioranza degli studenti, quelli che vogliono studiare, che vogliono dibattere, che vogliono insomma che l’università assolva ai propri compiti, sapesse manifestare forte e chiaro il proprio dissenso ricordando che il silenzio è sempre intepretato come assenso o quantomeno come accettazione passiva. Con buona pace di quelle anime belle (ma meglio sarebbe dire interessate) che anzichè badare ai fatti, per interesse personale e di bottega (vedi il caso Clancy o CGIL) fingono di non capire (e capiscono benissimo!) discettando di astratti massimi sistemi o di posizioni concettuali. Che noia!
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

I “Grillini” – 15 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Che Facebook sia l’immondezzaio dei decerebrati frustrati che credono di avere voce in capitolo solo perché hanno la possibilità per una volta di dare sfogo ai loro più bassi istinti è fuori discussione ma è opportuno sfogliarlo qualche volta come è opportuno sfogliare il ” Giornale” oppure “Libero” essendo questi della stessa ignobile qualità. Il mantra che regna è che qualunque critica venga mossa ai grillini o è una falsità dei “piddini” (sic!) oppure scatena il ricordo delle colpe pregresse delle precedenti amministrazioni come se le colpe precedenti fossero un’attenuante o addirittura l’origine delle colpe attuali. Chi amministra deve rispondere dei propri errori sia egli di destra o di sinistra. Se domani Roma (o qualunque altra amministrazione di qualunque orientamento) dovesse essere amministrata dalla Meloni o da un esponente PD o… i loro errori non potrebbero essere in alcun modo atteibuiti alla Raggi: la responsabilità è personale. Questo vale anche per la Raggi e non saranno le patetiche bugie di Grillo o dell’azzimato Di Maio a nasconderli. Molto più saggio e onesto sarebbe dire che i due hanno sbagliato e che quindi dovrebbero subirne le conseguenze. Ma questa è una serietà che i politici di ogni colore rifiutano a priori, sperando nell’ottusità dei loro elettori. Penalmente si chiamerebbe omertà….
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard