Spigolature, Uncategorized

La RAI – 24 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Forse capisco molto poco di RAI e degli orribili equilibri che la reggono. Eppure non posso fare a meno di confrontarla con l’unico altro ente che conosco abbastanza: la BBC. Nessuno è così naif da credere che un organo così importante di formazione dell’opinione pubblica possa essere totalmente indipendente (sarebbe quasi una contraddizione in termini), ma “est modus in rebus”. Io credo che un direttore generale (Campo dall’Orto in questo caso) non solo abbia il diritto ma anche il dovere di proporre organizzazioni, organigrammi, palinsesti e in particolare di razionalizzare – nel caso specifico – una gestione frammentata e dispersiva dei TG costosa e spesso confliggente. Poi, naturalmente, il CdA ha tutti i diritti di sfiduciare un dirigente ma sulla base però NON di piccole beghe di partito ma per ragioni un po’ più nobili e soprattutto con una logica da gestione aziendale. Insomma siamo nuovamente in presenza di un rinnovato manuale Cencelli dove ognuno reclama una parte di orto (nomen omen) da coltivare con tanti saluti alla sbandierata indipendenza (sic) dell’ente. E lo dico pur essendo un fiero oppositore dei pentastellati che sostengono Campo dall’Orto ma proprio per quel concetto di indipendenza che vorrei fosse la mia stella polare quando hanno ragione (raramente…) non ho difficoltà ad ammetterlo. La RAI è un piccolo paradigma delle miserie italiane, una palude da cui non si riesce da uscire e sarebbe bene che i partiti di maggioranza aprissero entrambi gli occhi: così si finisce in un vicolo cieco.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Il delfino – 23 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Leggo dal CV del giovin signore Luigi di Maio che titolo di studio di Luigi di Maio è un diploma di liceo classico. In molti si chiedono se è laureato ma la risposta non può essere un no chiusoSi può dire che Luigi Di Maio al momento non sia laureato”. (Commento: “si può dire” è assolutamente esilarante!). E’ un eccezionale equilibrismo verbale che introduce una variante della classica dicotomia si/no, un retaggio del passato inventato da un popolo di sciamannati manichei. Qui abbiamo le categorie del no chiuso e aperto, del si socchiuso, del si che è anche no con tutte le possibili varianti. Insomma come quella ragazza che era “un po’ incinta”! Dallo stesso sito apprendiamo che il padre è stato esponente di MS e poi di AN. La laurea, per quanto mi riguarda, non ha assolutamente un peso sostanziale, non è la certificazione di qualità della cultura di una persona e giustamente in alcuni paesi (come l’UK) non ha valore legale se non per la medicina e le carriere giuridiche. Ma è però come l’uva per la volpe, una sorta di immaginario marchio di qualità che oggi si può comprare in Internet (senza alcun valore fortunatamente in Italia ma che si può sbandierare per chi non conosce le sottigliezze accademiche) e che ha visto famosi personaggi come il “trota” e il fidanzato di Rosi Mauro (vicepresidente del senato nella scorsa legislatura!!, quella dei diamanti) arrabattarsi per conseguirne una qualsiasi, insomma il famoso pezzo di carta.  Ma il piccolo delfino napoletano senza la laurea dal no socchiuso ha qualche vero problemuccio di cultura; scambia Cile e Venezuela, scrive un italiano strafalcionato, non parla inglese, insomma appare più un’incerto e scadente apprendista che un possibile vero leader. Ma ovviamente la cosa non lo preoccupa come non preoccupa tutti gli elettori 5 stelle che crederebbero a Grillo anche se affermasse di avere visto volare asini con le ali. In fondo a fare da semplice cassa di risonanza che ci vuole?  (Piccola postilla: qualcuno mi potrebbe gentilmente spiegare dove sono finite le riunioni in streaming, il “mai in TV”,  il “mai interviste” etc. tutte le apodittiche affermazioni dei pentastellati della prim’ora? e come si definisce un leader politico come Grillo che non accetta nessun dibattito con contraddittorio? in fondo io un’idea ce l’avrei…)
PE Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Fedeli again – 19 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
La fulva Fedeli colpisce ancora. Adesso ammette l’obbligo delle vaccinazioni ma solo,…in età prescolare!!  Siamo alle solite comiche di un’azzeccagarbugli inadeguata e pasticciona. Vaccinazioni a mezzo servizio? No grazie…L’ostinazione con cui combatte contro la giusta battaglia della Lorenzin sembra quasi un tentativo di darsi un’importanza che non ha sul piano sostanziale, il ruggito del topo, insomma.. Il tutto nel silenzio dell’evanescente Gentiloni cui questa battaglia da pollastre da Renzo (Tramaglino non Renzi, per una volta!) non può che causare danni. Ma che “c’azzecca” in una sacrosanta battaglia per la salute una ministra dell’istruzione? Nulla: esatto, cioè l’immagine stessa della ministra inutile e fastidiosa come un soprammobile di cui si vorrebbe fare a meno ma che deve essere esposto per motivi di convenienza. W l’Italia….
PE Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Intercettazioni – 16 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Io non so se sono stato mai intercettato: tutto considerato mi farebbe anche piacere (a parte l’orgoglio per lo “status symbol” come la scorta…) perché a parte qualche facezia le mie telefonate  di disinteresse assoluto. E’ vero che probabilmente non ho niente di interessante ma mi farei una bella risata a pensare il poveretto costretto ad ascoltare cose assolutamente irrilevanti. Ma.. io mi domando: possibile che questi politici siano tutti così stupidi da non sapere o da non immaginare che ci sia sempre qualcuno interessato ai loro fatti personali? E se io dovessi parlare con mio padre (purtroppo buonanima) di questioni potenzialmente scottanti lo farei oggi al telefono? Mai: mi rinchiuderei in una stanza anecoica costruita dal sottoscritto (o con una ditta con la mia supervisione) come fanno le ambasciate di tutti i paesi all’estero ben sapendo che lo spionaggio si annida ovunque (si pensi solo all’ambasciata USA a Mosca che si scoprì avesse più cimici che fili!). Cosa posso dire: trasecolo per l’improntitudine! E oggi abbiamo la conversazione fra Renzi e il suo paparino in aggiunta alla’ “affaire” Boschi. il che ci obbliga a occuparti sempre di fatti privi di reale sostanza ma utili alla polemica politica (l’Italia è un paese costantemente in periodo di elezioni, visto anche il meccanismo perverso delle amministrative, sparpagliate nel tempo) che scompariranno all’orizzonte come sono spuntati. Qualcuno si ricorda ancora la dichiarazione della Seracchiani sullo stupro degli immigrati di pochi giorni fa? Nel dimenticatoio perché “ad ogni giorno la sua polemica”. Evito qualsiasi commento altrimenti mi becco ancora una volta (ingiustamente, sia chiaro!) del qualunquista.
ePS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

“Ransomware” – 15 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Per potere apprezzare l’ignoranza dei giornalisti (e non solo – è rimasta famosa la storia di due parlamentari europee che volevano fare una proposta di legge ma che hanno chiesto a una collega dell’opposizione di presentarla a nome loro perché non sapevano l’inglese…) basterebbe scoprire che il virus che ha infettato tanti computer veniva denominato da questi inizialmente “Ransomware” che chiunque mastichi anche un po’ di inglese maccheronico capisce subito che si riferisce a una classe di virus con riscatto a pagamento e non a un virus specifico (che nel caso in questione ha il nome di Wannacry – vuoi piangere).  Nulla di nuovo sotto il sole se non fosse che per discettare su questo argomento in TV non si interpellano esperti riconosciuti ma giornalisti informatici “fai da te” che sparano idiozie a raffica consapevoli che l’intervistatore non capisce nulla come loro. Naturalmente la notizia cattura l’interesse degli ascoltatori ignari ma basterebbe spiegare loro che questa “back door” (entrata secondaria) del sistema operativo era nota da tempo ed era già stata chiusa dagli aggiornamenti in Aprile.  Ora che ci siano intere comunità che piangono per i dati persi fa ridere per due motivi. In primo luogo perché è evidente che sono in mano a manager del tutto incompetenti, essendo l’aggiornamento non consigliato ma necessario proprio per questo motivo (ed è gratuito). Ma poi come non sapere che di ogni sistema è possibile fare una copia immagine in locale (ad esempio di notte) che – ripristinata – riporta il sistema allo stato precedente. E se proprio si ha paura anche di perdere gli ultimi dati esistono i cosiddetti backup incrementali  che ogni x minuti salvano i dati. Costo locale: zero per il software (ad esempio Reflect della Macrium ma ce ne sono a volontà) e un disco esterno USB anche tascabile del costo di qualche decina di euro. Poi c’è anche la stupidità di chi apre allegati che dovrebbero ingenerare sospetti, come i messaggi phishing che cercano di carpire dati come quelli della carte di credito ma che sono facilissimamente individuabili se si guarda all’indirizzo di provenienza che mai corrisponde alla schermata presentata. (Dieci anni fa un mio conoscente mi telefona disperato: si era collegato a un sito “porno” – senza avere un antivirus – che gli aveva bloccato il PC con una scritta inequivocabile ed era terrorizzato dal fatto che rientrasse la moglie da un momento all’altro: salvataggio di emergenza).  E allora? Insipienza, pigrizia, “tanto a me non capita”, assenza di antivirussistemi operativi obsoleti da anni (pare che molti degli infettati siano Windows XP, dismesso anche come supporto da Microsoft 4 anni fa) e incompetenza dei gestori dei sistemi. E quindi ben sta a loro: chissà se avranno capito la lezione e – forse – decideranno di affidarsi a chi è esperto e non a ciarlatani a pagamento. Vox clamantis in deserto…
ePS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Boris Johnson and Co. – 15 Maggio 2017

  1. Non profit bannerNon profit banner
Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Chi abbia avuto l’occasione di assistere al dibattito televisivo sulla BBC che precedette l’infausto referendum voluto da Cameron (una vera volpe della politica internazionale…) ricorderà di certo le bugie che furono propinate da Boris Johnson alla solita audience di bassa cultura che le ha bevute come ora colato (mentre quelli furbi e avvertiti sapevano come speculare sulla cosa..). E il fatto che in 10 mesi l’economia inglese non sia crollata non vuol dire assolutamente nulla: gli effetti si potranno sentire solo nel corso di qualche anno. Per fare un esempio di cui sono diretto spettatore, le università inglesi hanno sempre ricevuto sostanziosissimi finanziamenti da Bruxelles: dove andranno a trovarli? Ma il fenomeno (che assomiglia a quello della Vandea per la rivoluzione francese – se mi è concesso un paragone storico) è sempre quello dell’atteggiamento (e del voto) degli strati della popolazione meno colti e  avvertiti: per un fenomeno che meriterebbe un commento da parte di Karl Marx sono i più conservatori, reazionari e xenofobi. In UK sono state le contee delle Midlands che hanno pesato, nel caso di Trump gli stati come l’Ohio e nelle elezioni francesi hanno votato per l’impresentabile Le Pen gli strati operai della popolazione. In Italia è fuori di dubbio che figuri come Salvini pescano in questa zona della società. Insomma è a quel settore che si deve il “voto di pancia” e la cosa meriterebbe un’analisi approfondita in termini sociologici e – apro ancora una volta l’ombrello per la pioggia di critiche – una seria riflessione su cosa significhi oggi democrazia. Io non credo che questi elettori non abbiano diritto di voto – ci mancherebbe! – ma il problema è sapere se sanno per cosa votano e su questo ho dei serissimi dubbi. In altre parole ho la fortissima convinzione che non abbiano alcuna visione di quello che il loro voto nel medio e lungo periodo significhi, pronti quindi a cambiare bandiera non appena gli effetti si fanno sentire. D’altronde cosa ci si può aspettare da una società che vive in attesa di cosa dirà una furbissima “fashion blogger” o della partita di calcio o di Romina Power o …
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Per avere un’idea della modestia della politica italiana e dei nostri (ahimé – si pensi al “senatore” Razzi…) rappresentanti in parlamento e non, basterebbe vedere come i giornali si riempiano di polemiche sull'”affaire” banca Etruria e la dichiarazione della Serracchiani. Ora è del tutto evidente che a fronte degli enormi problemi che pongono disoccupazione, crescita economica insufficiente, vaccinazioni etc. etc. stiamo parlando – di fatto – di nulla. Eppure si susseguono prese di posizioni, articoli sui giornali, dichiarazioni e smentite in un balletto indegno di una nazione seria. E che un giornalista, un tempo serio, incattivito per l’insuccesso del suo Ballarò, ora sfoghi la sua rabbia contro Renzi utilizzando la scusa di banca Etruria (v. Repubblica odierna), senza che il suo direttore muova un dito (come ci manca Ezio Mauro!) è il segno di un inarrestabile degrado. Naturalmente ogni parte politica utilizza singole frasi come arieti contro gli avversari sapendo che esiste un intero popolo di pecoroni pronti a considerarle la prova provata di malversazioni, razzismo e ogni altra nefandezza. E intanto l’economia italiana rimane nei fanalini di coda della ripresa europea con un premier costantemente sull’orlo della crisi e un presidente della repubblica di cui il minimo che si può dire è che ha uno spessore corrispondente all’eloquio lamentoso che lo contraddistingue. Ora c’è luce in fondo al tunnel? No, è la mia sensazione e il “nuovo che avanza” rappresentato dai grillini fa persino rimpiangere i partiti della prima repubblica. Penso che se oggi avessimo in Italia un fenomeno come quello delle BR, sconfitto solo dall’alleanza fra i due maggiori partiti nati dalla resistenza, saremmo in una situazione senza via d’uscita. Pessimismo? No realismo.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597