Uncategorized

No-vax – 4 Aprile 2021

  Non profit banner

Non profit banner


Sabato…
……su Repubblica un articolo di Michele Ainis. Con il puntiglio di un azzeccagarbugli di fatto fra le molte “grida” riportate si sancisce il diritto di chi – operatore sanitario – non si vaccina a continuare il proprio lavoro. Ecco vorrei vedere il prof. Ainis curato – Dio lo scampi – da un infermiere (o infermiera) no-vax. Probabilmente cambierebbe subito parere e senza tante sofisticherie finirebbe con l’affermare quello che tutti, con il buon senso, affermano: fuori i no-vax dalle corsie.  L’idea che in punta di diritto si voglia sancire un principio, per alcuni letale, è fuori da ogni immaginazione. In pratica si afferma il diritto di entrare armato e con il grilletto facile a chi si sa che ha lo sparo facile. Ecco sono questi i personaggi che andrebbero silenziati impedendo loro di diffondere idee letali sui giornali.  E mi spiace: qui la libertà di pensiero e di azione si scontra con l’interesse primario della comunità. Sono veramente indignato!
(Giovanni Neri –75)

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.

Leggi anche Kurvenal. il sito delle recensioni musicali

Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poiché qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Standard

2 risposte a "No-vax – 4 Aprile 2021"

  1. Edgar Allan Poe ha detto:

    Gentili lettrici e lettori, il nocciolo della questione, secondo me, verte sul fin troppo dibattuto concetto di libertà. Il filosofo di Koenigsberg, nella “Kritik der praktischen Vernunft”, illustra ciò che può essere riassunto nel cosiddetto imperativo categorico, ovvero “Handle so, daß die Maxime deines Willens jederzeit zugleich als Prinzip einer allgemeinen Gesetzgebung gelten könne”. In questo caso, la massima della volontà indicata dal giurista Ainis sarebbe il continuare ad esercitare la professione (ad es. di chi fa parte della categoria sanitaria) pur senza vaccinazione; la legislazione universale che ne deriverebbe sarebbe, in termini probabilistici, deleteria per l’umanità.

    "Mi piace"

Chi legge un post o scrive un commento si iscriva (se non è già iscritto). L'iscrizione NON comporta nulla ma il numero degli iscritti è l'unica gratificazione per la gestione del blog)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.