Uncategorized

Renzi -10 Marzo 2021

 

 Non profit banner

Non profit banner


Anche ……
… se può sembrare inutilmente ripetitivo l’argomento “Renzi” merita un ultimo commento. Personalmente non ho nulla pregiudizialmente contrario alla persona e gli riconosco certamente delle capacità non comuni. Ma proprio per questo il suo comportamento merita una analisi fredda e oggettiva (nei limiti del possibile). Premetto che fino al referendum Renzi aveva portato un’aria nuova nella politica italiana e sono stato un sostenitore del “si” anche se oggettivamente alcuni atteggiamenti eccessivamente spavaldi non rientravano nei miei canoni comportamentali. Ma di fronte a cambiamenti del panorama storico e a una struttura dello stato non più all’altezza dei tempi raffigurante uno schema politico post bellico la necessità di un cambiamento radicale era (ed è) sicuramente necessario. E certi rottami del passato come Zagrebelsky (ma anche Montanari, Bersani etc.) messi a confronto con il giovane politico “rottamatore” sembravano i protettori di un sistema nel quale si trovavano a loro agio temendo di essere spazzati via. Questo fino al fatidico dicembre 2016. Poi la trasformazione, a partire dalla roboante affermazione “se perdo vado via” che stupidamente trasformava il referendum in una sorta di giudizio di Dio su di lui e poi l’assenza di coerenza perché via non se ne è proprio andato. Da allora in poi non ne ha azzeccata una. Prima la costituzione di un partitino il cui peso elettorale era infimo ma sufficiente a impedire la governabilità. Ma poi la coerenza morale. E’ dagli anni ’90 che ritengo Berlusconi un cancro della politica sia per gli ormai troppo evidenti legami con settori della società italiana molto discutibili (eufemismo) poi per la commistione fra vita privata e pubblica facendo apparire l’Italia come lo stato delle banane (anzi del “bunga bunga”) e per l’inquinamento dell’opinione pubblica tramite un potere televisivo che non ha eguali nel mondo. E qui su Berlusconi mi fermo anche se potrei riempire pagine in materia. Ha semplicemente fatto della immoralità la morale italiana, Ha contribuito a questo sfaldamento dei principi (l’ha definitiivmente “rottamata” – finalmente qualcosa!)  il ducetto di Rignano. Inutile arrampicarsi sugli specchi, tentare difese causidiche senza sostanza: tutta la storia di Bin Salman denuncia un pelo sullo stomaco da Guinness per trenta denari da fare invidia al Berlusca. E a quanto pare non si tratta di una scivolata solitaria (cui si sarebbe potuto mettere rimedio restituendo i dollari ricevuti a quanto pare non fondamentali in un bilancio di un milione di euro annuali. Rende la politica eh…): in questi giorni il nostro si trova a Dubai, la mecca del rinascimento arabo, il faro della emancipazione femminile…. Sia chiaro Renzi fa quello che purtroppo fa la maggioranza dei politici  solo che ci mette un di più: la sfacciataggine, la protervia e soprattutto la delusione per quello che aveva indotto a sperare.  Anche sul personaggio si potrebbero scrivere pagine e pagine. Ma qui mi fermo perché annoiare i miei lettori sarebbe inutile. Con una promessa però: se mai il nostro dovesse compiere qualche atto significativamente positivo sarò il primo a scriverne. Renzi non è il male assoluto (ci mancherebbe) ma solo una profonda delusione e in ogni modo non può costituire una fede al di là dei fatti oggettivi. Per questo ne abbiamo già Uno.
(Giovanni Neri –75)

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.

Leggi anche Kurvenal. il sito delle recensioni musicali

Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poiché qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Standard

Chi legge un post o scrive un commento si iscriva (se non è già iscritto). L'iscrizione NON comporta nulla ma il numero degli iscritti è l'unica gratificazione per la gestione del blog)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.