Uncategorized

Le grida – 26 Ottobre 2020

Non profit banner
Chiunque   …
             … abbia avuto nei giorni scorsi anche dopo l’ultimo DPCM l’occasione di camminare per Bologna avrà potuto notare come non più del 50% delle persone (e voglio essere ottimista) indossi correttamente la mascherina. Molti, ribadisco molti (fra i quali si distinguono molti stupidi ragazzotti), semplicemente non la indossano con l’aria di chi afferma “a me il virus non fa nulla e degli altri me ne frego”, molti non coprono il naso, molti la usano come un foulard etc. Le ordinanze sono assimilabili alle “grida” manzoniane ovvero a inutili roboanti proclami utili a fingere un’attenzione dell’amministrazione che non può non essere consapevole della loro inutilità senza un’adeguata campagna di sanzioni. Ora io non ho potuto assistere una sola volta alla comminazione di una sanzione e addirittura non ho incontrato un vigile o un poliziotto nel centro di bologna negli orari di maggior affollamento. E ci vorrebbe assai poco. E quindi è del tutto evidente che la cosa non può non essere voluta e ci possono essere solo due interpretazioni. O le indicazioni dall’alto sono state di non “disturbare” i cittadini per possibili contraccolpi elettorali (salvo comminare qualche rara e inutile sanzione come foglia di fico – quando non si sa) oppure non si vuole correre il rischio di intasare i tribunali di ricorsi. In entrambi i casi chi ci rimette sono i cittadini che invece vogliono salvaguardare la propria e altrui salute. E quindi è del tutto inutile chiudere teatri e cinema (che nella larghissima maggioranza  seguono rigorosamente le regole) quando una patente violazione all’esterno può essere verificata da chiunque con la conseguenza di fatto di indurre a ulteriori comportamenti scorretti con la garanzia della impunità. Questi idioti non si rendono conto che ci sono migliaia di lavoratori che a causa loro perdono il lavoro, che chiudono gli esercizi, che i pronto soccorsi sono quasi al collasso etc. nella colpevole indifferenza di chi dovrebbe essere preposto a un controllo rigoroso e a un sanzionamento capillare. Il risultato è semplice: il DPCM NON porterà ad alcun risultato pratico e la conseguenza inevitabile sarà un secondo lockdown generalizzato. Le regole se vogliono essere tali debbono essere fatte rispettare senza se e senza ma, altrimenti siamo nuovamente alle “grida” e noi cittadini seri siamo come il povero Renzo con i suoi polli, essendo l’azzeccagarbugli l’amministrazione pubblica. Ma quello che appare incredibile è che il massimo della protesta dei cittadini si ferma a qualche vago mugugno senza alcuna presa di posizione significativa, come se la pandemia fosse una sorta di maledizione divina cui non ci si può opporre, un’accettazione passiva millenaristica contro la quale non ci sono zone franche in cui reiterare il Decamerone.  E se penso che fra le preoccupazioni principali dei nostri governanti c’è  il problema di  non turbare le feste natalizie capisco che siamo nel paese dei balocchi con amministratori locali e nazionali assolutamente non all’altezza ovvero da repubblica delle banane.
 

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.

Leggi anche Kurvenal. il sito delle recensioni musicali

Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poiché qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Standard

2 risposte a "Le grida – 26 Ottobre 2020"

  1. mp1944 ha detto:

    Caro Gianni, sono perfettamente d’accordo con te; chiudono i luoghi che si sono attrezzati per rispettare tutte le norme di sicurezza (scuola, cinema, teatri e aggiungo anche palestre e piscine), e lasciano che innumerevoli ragazzi, ma anche adulti e anziani si trovino in centro, creando assembramento, senza mascherina, ma soprattutto senza distanziamento.
    Che fare, oltre a manifestare la propria rabbia e indignazione?

    "Mi piace"

    • Poco,ovviamente ma certamente una vigorosa e sistematica campagna di multe comminate senza incertezze, con la grancassa mediatica che ne seguirebbe scoraggerebbe quella massa di imbecilli che continuano a diffondere il virus. Come hanno fatto in Cina (che oggi è praticamente virusfree)? Hanno esagerato mettendo in galera i trasgressori. Ovviamente non invoco questa misura ma non fare nulla è un incoraggiamento a trasgredire. Tanto ormai è chiaro che fra breve ci sarà un lockdown generale. Che naturalmente sarà allentato a Natale magari riaprendo le discoteche così il ciclo si ripete..
      Ci vorrebbe un governo con gli attributi ma dove lo si trova con personaggi come Di Maio e ignoranti consimili (v. Mes…) e un elettorato inconsapevole pronto a seguire il primo pifferaio che promette il bengodi a costo nullo? Aggiungo che a un mio appello per una lettera vigorosa a sindaco e prefetto hanno aderito in 3 (tre!). L’Italia è il paese dell”armiamoci e partite” e del mugugno impotente che però evita di esporsi…

      "Mi piace"

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.