Uncategorized

Ungheria – 1 Aprile 2020


Non profit banner



A proposito  ..
..degli ignobili sofismi con cui le decisioni “politiche” vengono prese, qualcuno potrebbe spiegare a uno sprovveduto come il sottoscritto quali malefatte ulteriori deve commettere il satrapo ungherese Orbàn per essere finalmente espulso dal PPE? Aspettiamo che apra dei “vernichtung Lager” per ebrei e altre minoranze?  Ci sarebbe da ridere se  non si fosse in presenza di una tragedia epocale soprattutto per l’Europa o quel brandello che ne resta. Credo che non esista organizzazione al mondo che esiga l’unanimità per ogni decisione compresa l’espulsione di un membro: voterà mai l’Ungheria per la propria espulsione da un’Europa da cui  drena finanziamenti colossali per la propria agricoltura senza rispettarne le regole anche basilari ? Cerchiamo di essere seri: l’Europa è ormai un’accozzaglia di paesi nel cui ambito sussistono dittature che ci ricordano un passato non così remoto (a qualcuno dice niente il nome Horthy?).  Orbàn non solo è un delinquente ma non deve neppure conoscere il significato delle parole se vanta come suo slogan un ossimoro come la sua “democrazia illiberale“.  E viene osannato dai nostri fascisti locali (Meloni e Salvini – quest’ultimo reduce dall’ignobile pagliacciata della preghiera in TV con la D’Urso a beneficio di un elettorato semplicemente demente. E forse una chiesa seria dovrebbe prendere le distanze da queste manifestazioni pagane). Ma vanno fatte due considerazioni al di là dello sdegno e il ribrezzo che ci fa un personaggio come questo (ma in buona compagnia dei leader di Polonia e Slovacchia). La prima è che le sue leggi liberticide  (legiferazione per decreto!) sono state approvate da un parlamento eletto più o meno democraticamente come quello che fu di  Hitler e Mussolini (per fare due esempi), eletto insomma per suicidarsi.  Dice niente sul significato di una democrazia in cui gli elettori nella larga maggioranza sono preda di campagne propagandistiche che qualunque mente non obnubilata rigetterebbe tout court? La seconda – più generale – è che questa Europa che accetta al suo interno uno stato canaglia come un cancro di cui finge di non accorgersi è assolutamente al capolinea. E non per la mancata solidarietà (ma si legga bene in materia l’articolo di Roberto Perotti su La Repubblica del 30 Marzo) ma per il fatto che non esiste alcuna base culturale comune e che in tutta la sua esistenza è riuscita solo generare l’euro come collante, un fatto importante (per l’Italia almeno) ma non decisivo (per l’Europa come entità unita).  Aggiungiamo a questo che è orfana della più vecchia democrazia – quella inglese – per capire che i vecchi europeisti come il sottoscritto debbono ammettere che l’utopia di una Europa unita, come soggetto in grado di controbilanciare USA e Russia è definitivamente tramontata e che il futuro, al di là della attuale pandemia,  è quantomai oscuro e questo in particolare per l’Italia e gli italiani.

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.

Leggi anche Kurvenal. il sito delle recensioni musicali

Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poiché qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.