Processo per stupro – 27 Novembre 2019


Non profit banner


Mi era sembrato strano..
…che nella giornata contro la violenza alle donne la TV di stato non avesse riproposto il film “Processo per stupro” del 1979 che comunque può essere visto su Youtube. Un elzevirino di Gian Antonio Stella sul Corriere odierno ne ha spiegato la ragione. Oggi sono ancora vivi alcuni dei protagonisti di quel vergognoso episodio che evidentemente da una TV clerico-fascista hanno ottenuto – senza averne diritto – una sorta di “oblio” della memoria. Episodio vergognoso per il fatto in sé, vergognoso per il supporto dato dalle mogli degli  imputati che derubricano un delitto gravissimo a una marachella dei mariti, vergognoso per le difese degli imputati nelle quali si ritrova tutto il ciarpame di una cultura che degrada a sorta di essere subumano la vittima per il solo fatto di essere donna (ovviamente indicata come consenziente, poco seria – eufemismo – etc.) e vergognosa è l’omertà della TV di stato. Possiamo solo rallegrarci che in 40 anni sono stati fatti grandi passi avanti per cui il dibattito, ignominioso in sé, diventa quasi umoristico per il linguaggio usato dalla difesa (va ascoltato per le citazioni latine, per i mezzi suggeriti con cui difendersi dalla violenza – la perla è il “morsetto” – e naturalmente l’ovvio godimento della vittima) a fronte della posizione giustamente intransigente e di alta statura della avvocatessa Tina Lagostena Bassi. Ma ancora molto c’è da da fare se un consigliere della lega ha bellamente affermato nei giorni scorsi che nel 90% dei casi di violenza denunciati dalle donne solo il 10% aveva un fondamento. Ecco figuri come questi ritrattano (magari “alla Berlusconi” affermando di essere stati fraintesi ma mentre ieri “verba volabant”  oggi “scripta – su Facebook – manent“. E anche su Youtube.) “Voce dal sen fuggita” non torna indietro ed evidentemente è la prima che conta: ma come si possono eleggere simili personaggi che dovrebbero rappresentare il popolo italiano?
 (Giovanni Neri)

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.

Leggi anche Kurvenal. il sito delle recensioni musicali

Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poiché qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Standard

4 risposte a "Processo per stupro – 27 Novembre 2019"

  1. Livio Giberti ha detto:

    Cercherei di non essere troppo pessimista, in fondo dall’Illuminismo in avanti qualche piccolo passo nei rapporti uomo-donna e’ stato fatto, almeno nelle societa’ occidentali.
    E comunque non c’e’ poi tanto da stupirsi del vergognoso risultato del sondaggio ISTAT, esso e’ perfettamente in linea con i sondaggi elettorali, purtroppo!

    "Mi piace"

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.