Rousseau – 3 Settembre 2019

Non profit banner

 

Le dissertazioni sulle implicazioni…

.. politiche e sociali (si legga l’articolo di S.Cassese sul Corriere di oggi) paiono trascurare regolarmente gli aspetti tecnici della cosiddetta “piattaforma “(singolare come per i pentastellati il supposto cambiamento si estrinsechi nelle parole: movimento al posto di partito, piattaforma(?) al posto di sistema etc.). Ma qualcuno ha fatto una disamina attenta della tecnologia di Rousseau? Ecco, se fosse di mio interesse, potrei facilmente produrre un sistema di “voting” di cui, peraltro, pullula la rete, modellandolo a mio interesse. E quindi? Non è forse vero che anche per le elezioni politiche e amministrative ci si appoggia a sistemi informatici? Vero MA in Italia, fortunatamente, esiste ancora il voto cartaceo, un riscontro inattaccabile a garanzia della correttezza dei sistemi informatici. In altre parole il sistema informatico è a supporto e non alternativo al voto cartaceo che rimane l’unico elemento fondamentale dell’espressione della volontà popolare. Si potrebbe obiettare che in alcuni paesi (Svizzera – ad esempio – e alcuni stati degli USA oltre che l’Estonia) i votanti  si avvalgono di terminali elettronici per il voto. Nella realtà, però, seppure i terminali sono certificati da enti terzi, i risultati non sono sempre esaltanti (si pensi alla sconfitta di Al Gore) e la cosa dipende dal fatto che  – audite audite – anche la migliore informatica non è mai scevra di errori (e per la “tranquillità” di tutti noi si pensi che anche i sistemi di controllo nucleari sono informatici…). (Un vecchio detto asserisce che se un sistema informatico risulta finalmente privo di errori significa che è vecchio ed obsoleto).  Ma ci sono altri due aspetti che rendono Rousseau drammaticamente ridicolo. Il primo è che non esiste un ente terzo certificatore della qualità e della successiva inalterabiità del software che quindi è prono a possibili errori e ancora peggio a modifiche volute ovvero a manomissioni che alterino i risultati con l’effetto che qualche singola persona finisce con il condizionare l’intera politica dell’Italia. Il secondo è che è violato un altro mantra dei sistemi di voto: la segretezza e la libertà di voto. Votando da casa chi impedisce che il votante non sia controllato e coartato da terzi se non addirittura sostituito all’atto del voto?  A questi semplici quesiti non è mai data risposta e o per ignoranza (per la maggioranza dei pentastellati) o per volontaria e consapevole volontà di truffa.  La cosiddetta “democrazia diretta” sbandierata a gran voce dall’ “elevato”  e dai suoi sciocchi scherani ha come risultato che la politica italiana è condizionata nel caso “migliore” da qualche decina di migliaia di persone (e non tutti gli aventi diritto votano) e nel caso peggiore da pochi individui senza scrupoli. Non è questa una nuova forma di oligarchia che sfocia nella dittatura?
PS Ore 18.21: cosa si intende per completare le operazioni di voto? Aggiustare i risultati? Il risultato dovrebbe essere immediato con una piattaforma informatica  e che ci fa un notaio che di informatica non capisce un acca? La foglia di fico? Una buffonata colossale! Giovanni Neri)
PS Per chi non ne fosse esperto, l’accesso alla pagina facebook di Bertoldo “Per l’Europa” richiede  preventivamente l’iscrizione (un “profilo” nel gergo del sito) su facebook.
QPer un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.
Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Il sito di Bertoldo, oltre a ospitare i posts e i commenti “ufficiali” degli estensori, riserva anche un “Angolo” per le opinioni personali. Questo è il significato di “L’angolo di Neri” (così come potrà esserci “L’angolo di Santarelli”) che in nessun modo riflette le opinioni generali di Bertoldo.
Standard

6 risposte a "Rousseau – 3 Settembre 2019"

  1. sandrafesti ha detto:

    Si proclamano post-ideologici. Sarà, ma a me sembrano piuttosto pre-logici.
    Si dicono rispettosi dell’ autorità del nostro Presidente Mattarella ( salvo chiederne ,
    l’ impeachement quando li bacchetta) , ma lo obbligano ad aspettare la volontà di una loro piazza virtuale prima di dare avvio alle sue prerogative costituzionali. È come se io chiedessi al chirurgo, al quale ho chiesto di aprirmi il torace, di aspettare che io termini la lettura dell’ oroscopo del giorno.
    Giocano con le basi del nostro Patto sociale e politico come dei bambini bizzosi, prepotenti, viziati . Prelogici.
    E, se mi chiedete chi li ha viziati, rispondo senza esitare: una stampa che ama il sangue più della storia.

    Mi piace

  2. Livio Giberti ha detto:

    Il punto non e’ se questa “piattaforma” sia sicura, violabile, manpolabile, bacata o meno, il punto e’ se la nascita del Governo di una grande democrazia occidentale possa dipendere da una sondaggio di alcune decine di migliaia di adepti di una setta su un sistema privato! In pratica il potere dei parlamentari (regolarmente eletti e delegati dal popolo sovrano) e del Presidente della Repubblica diviene di fatto subalteno all’esito di questa pagliacciata del sondaggio online!
    E’ un insulto alle nostre istituzioni, alla Costituzione, a tutti noi cittadini di uno stato democratico.
    A questo si e’ piegato il PD di Zingaretti, e’ una lordura ignobile da cui sara’ molto difficile emergere puliti e credibili.
    E, come scrive qualche commentatore ben piu’ autorevole del sottoscritto, qualora il governo dovesse in breve tempo cadere e si dovesse andare a nuove elezioni, il PD non avrebbe praticamente armi con cui combattere la campagna elettorale e allora si che la destra becera e fascista avrebbe la meglio.

    Mi piace

  3. sandrafesti ha detto:

    Ieri sera, nell’ annunciare i risultati della consultazione Rousseau, Luigi di Maio, segnato da evidente esultanza, ha annunciato che il suo non partito aveva appena battuto un record MONDIALE di partecipazione democratica !!!
    Ma in che mani ci siamo messi?!?!

    Mi piace

  4. Roberto Barilli ha detto:

    Mi unisco a tutti voi limitandomi a questo: una vergogna!
    Spero che il PD dell’onesto Zingaretti non sia chiamato a pagare un prezzo troppo alto quando il gioco si farà duro.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.