Uncategorized

L’angolo di Santarelli – 4 maggio 2019

Non profit bannerNon profit banner
Ripetuto? No, recuperato..

Quanto segue era stato oggetto di un contributo in questo angolo ma, per la modesta abilità informatica dell’autore, era stato erroneamente cancellato.

E’ ora riproposto nella convinzione che la dimensione attesa dei fenomeni migratori dall’Africa renda indispensabile una azione unitaria dell’Europa anche in considerazione degli altri potenti attori – in particolare la Cina –  che sono presenti su questa scena.

Perché le migrazioni?

Non è una utopistica fuga in avanti cercare di capire le cause dei flussi  migratori ai quali stiamo assistendo: con esse, data la loro complessità e la proiezione temporale della loro persistenza, è necessario confrontarsi sin d’ora anche negli interventi a breve e a medio termine che la realtà odierna impone. Sono al riguardo significative le informazioni che seguono.

L’Indice di Sviluppo Umano (HDI), che sulla base di parametri legati ad aspettativa di vita, tasso di scolarizzazione e reddito procapite, misura in una scala 0-1 la qualità della vita di una popolazione, assume per i paesi europei valori superiori a 0,8 mentre per i paesi dell’Africa sub-sahariana dai quali proviene la maggior parte dei migranti che tentano di attraversare il Mediterraneo assume valori nella fascia 0,5-0,3.

Per quanto riguarda il prevedibile aumento della popolazione con riferimento al periodo 2000-2050 l’incremento della popolazione prevedibile per l’Africa è del 209% a fronte di un aumento della popolazione mondiale del 60%.

La natura e le dimensioni del problema  vanno ben oltre quelle dalla gestione dei flussi migratori attraverso il Mediterraneo e implicano una vera e propria riorganizzazione dello scenario planetario che, abbandonando  vecchie e nuove politiche neocoloniali, consenta di superare le attuali inaccettabili disuguaglianze,.

Si tratta di un problema su cui anche l’Europa dovrà necessariamente riflettere per una azione appropriata.

PS Per chi non ne fosse esperto, l’accesso alla pagina facebook di Bertoldo “Per l’Europa” richiede  preventivamente l’iscrizione (un “profilo” nel gergo del sito) su facebook.
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Bertoldo e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato visualizzare il breve filmato in formato MP4 che si ottiene clikkando sul cerchio rosso sottostante. Selezionare le opzioni che portano a “follower con email”.
Qualche iscritto ha segnalato di non ricevere le notifiche via email della pubblicazione dei nuovi posts. Controllare i messaggi nello SPAM  o „posta indesiderata“.

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Il sito di Bertoldo, oltre a ospitare i posts e i commenti “ufficiali” degli estensori, riserva anche un “Angolo” per le opinioni personali. Questo è il significato di “L’angolo di Neri” (così come potrà esserci “L’angolo di Santarelli”) che in nessun modo riflette le opinioni generali di Bertoldo.
Standard