Spigolature

La manovra – 21 Ottobre 2018

Non profit bannerNon profit banner

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Leggete anche il blog di recensioni musicali Kurvenal
Partecipate al sondaggio di Kurvenal
Se qualcuno
vuole avere un’idea di quanto l’elettorato possa essere demente basta che sfogli il Corriere di oggi a pagina 11 dove si trova il risultato dei sondaggi fatti da Pagnoncelli per la “manovra”. E’ lo specchio dell’idiozia di un’intera fetta dell’Italia la quale è convinta di vivere in un mondo dove tutto è possibile, sia il bengodi che l’assenza di legami internazionali (voglio dire gli investitori internazionali). E quando questi dementi si troveranno con i loro risparmi dilapidati incolperanno il fato cinico e baro, i poteri forti e tutte le stupidaggini di cui loro e i pifferai che li guidano si riempiono la bocca. La vergogna di tutto questo è che ci sono due “professori” universitari (cosa professino lo lascio immaginare) i quali appongono il loro sigillo a questa disfatta (non più annunciata ma già realizzata). Ora poichè non voglio immaginare che siano stati improvvisamente presi da un attacco di demenza precoce l’unica spiegazione è che si siano venduti alla smania di potere. Che tutto questo trascini l’Italia in un baratro è cosa che non li riguarda. Commentare i risultati dell’indagine sarebbe inutile: si commentano da soli. Leggere per credere. E mentre gli inglesi scendono in piazza contro la brexit gli italiani di fatto appoggiano una italexit senza capire assolutamente cosa li aspetta. Della democrazia, così come oggi si realizza, ne ho piene le tasche. Apro l’ombrello per ripararmi dagli insulti.
PS Per potere almeno sorridere un po’ in questo panorama da tregenda riporto una battuta che mi è giunta. Il Ministro delle Infrastrutture Toninelli è in grande agitazione: ha mandato centinaia di ispettori a cercare in giro per l’Italia il Ponte di Ognissanti anche perché pare che ci siano pure i Morti…
PS Molti lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla), che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.t
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!

IMG_5597

Annunci
Standard

15 risposte a "La manovra – 21 Ottobre 2018"

  1. Array ha detto:

    Nel 94 più del 90% del popolo Italiano gridava abbasso la prima repubblica, osannando avvento della seconda Repubblica. Già da allora c’era gente arrabbiata, tanto da disiderare una seconda Repubblica con a capo Silvio Berlusconi. Ancora oggi c’è gente più arrabbiata, tanto da portare avanti un Salvini ed un Di Maio. Parlare di queste persone sarebbe più che giusto, per far si che qualcuno apra gli occhi, ma di contro vedo, una tv che da informazione a mio avviso sballata, idem anche per i giornali, capisco sia l’uno che l’altro, uno odiens l’altro una vendita maggiore del propio quotidiano o settimanale. La gente purtroppo non è lucida, ha gli occhi troppo pieni di rosso odio verso una classe politica.

    Mi piace

    • il problema è che ormai qualunque programma non dico di lungo ma anche di medio periodo non è accettato. Solo „hic et nunc“ ovvero promesse da pifferai. So bene che quanto scrivo può sembrare antidemocratico eppure io mi sento democratico ma „odi profanum vulgus et arceo“ nel senso che profanum è quella fetta di popolazione pronta a farsi infinocchiare contro i propri interessi. Se penso che una tipa insignificante come la Ferragni ha quasi 2 milioni di „followers“ si può ben capire il mio pensiero. E non ho l‘istinto di Tafazzi. Voglio dire che non mi pento di avere votato per chi aveva impostato programmi a lunga scadenza. L‘idea di essere ostaggio di imbecilli che troppo tardi si accorgeranno di essere tali mi è insopportabile.

      Mi piace

      • 3iesus3 ha detto:

        Politici =le comiche
        Programmi= Nulla di fatto
        Democrazia= stupenda parola
        Popolo= unione fa la forza(inquesto caso) del perdente.
        Divi= a persone in linea di massima debbono “apparire” vuote, per ottenere un risultato.
        Non mi sono pentito di votare anche se poi ho riconosciuto di aver sbagliato, chi ha capito la mia fiducia
        Una persona e non la maggioranza mi ha detto: Dio ti ha dato un cervello, usalo e non lo offenderai, sono certo ad oggi di non averlo offeso.

        Mi piace

  2. andrea bassoli ha detto:

    la mancanza di analisi del pd (dopo 8 mesi dalla sconfitta) ha del comico.
    Ad oggi la colpa è …del popolo che non ci ha capito… della gente che si lascia abbindolare…della mancata comunicazione… ecc ecc
    Nulla sulle riforme sbagliate, nulla sul problema immigrazione.
    Le Province? nulla sull’annullamento dei finanziamenti perché le eliminiamo con la riforma costituzionale (come se per legge si potesse eliminare un dato di fatto geografico). L’unica cosa eliminata è stato il nostro voto.
    Il Senato (leggasi doppio sistema legislativo) ci dà dei problemi? lo eliminiamo (ma la riforma prevedeva soprattutto l’eliminazione del nostro voto).
    I Sindacati hanno qualcosa da dire? Li convochiamo l’ultimo giorno utile, ci salviamo la faccia, poi diciamo che non c’è più tempo (meglio di Di Maio che non li ha convocati affatto), dialoghiamo piuttosto con Confindustria (e mettiamo suoi rappresentanti in lista) e con Marchionne che ne è uscito.
    La società civile ha delle proposte? L’ANPI, la Cooperazione, l’Artigianato non sono in linea con la Leopolda e allora meglio lasciar perdere. L’Europa non va? (uno dei motivi della cacciata di Letta) Allora arriva Renzi e sistema tutto: qualcuno si ricorda della autorevolezza nel risolvere i problemi del semestre a presidenza italiana?
    Ho toccato pochi punti che hanno procurato lo scollamento con l popolazione, ce ne sarebbero ancora e ancora. Basterebbe che se ne analizzasse almeno uno invece di dare la colpa all’elettorato stupido.

    Mi piace

    • Ovviamente pubblico (ci mancherebbe!) ma mi pare che manchi assolutamente un‘analisi della trasformazione dell‘elettorato in presenza dei social networks. Suggerisco la lettura del libro di Carlo Calenda „orizzonti selvaggi“. E mi permetto di consigliare anche la lettura della lettera dei lettori in evidenza sul Corriere odierno e la relativa risposta.

      Mi piace

    • Roberto Barilli ha detto:

      Concordo sul problema immigrazione, diciamo così, che ha penalizzato per il 75% la coalizione PD/altri. Nessuno all’epoca si rendeva conto quale sconvolgimento sociale avrebbe provocato quell’accogliamoli tutti perché sono nostri fratelli. Senza distinzioni fra migranti economici e migranti da zone di guerra. Concetto robustamente sostenuto dalla Chiesa, fra le altre, che solo all’ultimo ha corretto di un poco il tiro. Se qualcuno ha qualche dubbio si rilegga i giornali dell’epoca su quanto accaduto in Germania, ad es alla Banhof di Monaco, con la gente che accoglieva festante i profughi. Con il risultato, ora, che i neonazisti sono entrati nei vari parlamenti dei Land.
      A me basta constare che il canone Rai ora lo pagano tutti: mi auguro che almeno questo risultato soddisfi il nostro severo critico.
      Domanda: chi preferisce fra Salvini e Di Maio signor Bassoli?

      Mi piace

  3. andrea bassoli ha detto:

    nessuno dei due (ovviamente), ma avremmo potuto dividerli (o meglio non permettere la loro unione) invece di augurarci il peggio come è puntualmente accaduto!.

    Mi piace

    • Roberto Barilli ha detto:

      Sono contento di avere appreso che il Sig. Bassoli non tifa per nessuno dei due.
      Quanto al resto sono rimasti in pochissimi i fautori di un accordo post elettorale PD/grillini, mi pare il solo Franceschini, sempre che nel frattempo non abbia cambiato idea.qqq

      Mi piace

  4. andrea bassoli ha detto:

    Quel che servirebbe oggi è un nuovo soggetto politico capace di andare oltre (uso anch’io il vecchio termine occhettiano) il Pd e che si proponga con un nuovo nome, un nuovo e credibile leader, un nuovo programma. Direi un partito capace di superare la fase veltroniana del riformismo italiano e di affondare decisamente le sue radici in Europa. (cito con piacere da una lucida analisi)

    Mi piace

  5. Livio Giberti ha detto:

    Caro Prof. Neri, mi pare non abbia piu’ pubblicato alcun post dopo il 21 Ottobre. Si sta per caso autocensurando?
    Mi auguro di no perche’ di argomenti ce ne sono quotidianamente……

    Mi piace

    • Ha ragione, ho smesso di pubblicare posts per due ragioni. La prima – meno importante – é che tenere due blogs è molto impegnativo. La seconda – molto più importante – è che le mie opinioni interessano a pochi. Il numero di “followers”, un indicatore dell’interesse suscitato, è meno di un quinto del numero di followers del suo fratello maggiore Kurvenal, nonostante che su quest’ultimo per molto tempo io abbia pubblicizzato Bertoldo. Bisogna sapere quando si deve smettere e credo che sia giunto il tempo. Grazie comunque del Suo messaggio.

      Mi piace

      • Roberto Barilli ha detto:

        Mi auguro che il prof. Neri non abbandoni questa sua creatura che da modo a parecchi di esporre civilmente, e non in forma anonima, il proprio pensiero politico.
        Sottolineo il ‘non in forma anonima’.

        Mi piace

  6. andrea bassoli ha detto:

    uno spazio libero è meglio del silenzio e anche se (talvolta) non sono d’accordo è pur sempre interessante leggere altre opinioni.
    mi auguro che bertoldo viva ancora e che aumentino i followers

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...