Spigolature

Autocoscienza – 14 Ottobre 2018

Non profit bannerNon profit banner

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Leggete anche il blog di recensioni musicali Kurvenal
Ho partecipato incuriosito..

… a un incontro di iscritti e simpatizzanti del PD per un’analisi e proposte sul “che fare?”. Debbo purtroppo dire che ho ascoltato quello che non avrei voluto e mi spiego.  Un vecchio adagio dice “bene, tutti conoscono i fatti, ma chi ha delle proposte concrete?”.  La realtà degli interventi – peraltro spesso accorati -riflette un paradigma interpretativo che non è più quello attuale. L’analisi avrebbe dovuto partire dalla domanda “perchè un energumeno e un giovin signore hanno successo?” mentre quelle ascoltate erano legate a schemi che in una democrazia orizzontale, basata su una diffusione diretta e immediata delle posizioni che ha ribaltato la prospettiva, non hanno più valore. Bisogna accettare delle realtà indigeste, soprattutto per la sinistra. E’ necessario un leader forte, capace di proposizioni forti, accettando che le analisi che spaccano il capello sono solo esercizi  solipsistici che fanno il gioco della destra. Il PD un leader l’aveva in Renzi, un leader che ha però voluto strafare commettendo al termine del suo mandato errori colossali, come – ad esempio – impostare il referendum come un referendum sulla sua persona. Oggi è troppo facile addossare a Renzi tutte le colpe – magari per invidia, per non avere la sua capacità dialettica -soprattutto perchè oggi all’orizzonte non si vede nessuno in grado di prendere il suo posto. E’ vero: il popolo della sinistra non è il popolo della destra decerebrato e – come dice il Berlusca – con un cervello da V elementare differenziale. E quindi una leadership forte di sinistra deve anche essere in grado di coagulare intorno a sè tendenze diverse e soprattutto imporre una linea univoca dopo il dibattito. Insomma si discute MA POI ci si deve, ripeto deve, attenere alle decisioni prese, impedendo quella diaspora di opinioni che alcuni credono una ricchezza mentre di fatto sono narcisistici esercizi di autoaffermazione.  In questa prospettiva non vedo luce in fondo al tunnel.
Molti lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla), che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!

IMG_5597

Annunci
Standard

Una risposta a "Autocoscienza – 14 Ottobre 2018"

  1. Roberto Barilli ha detto:

    Concordo su tutto pur non avendo purtroppo partecipato a quell’incontro,
    cui il prof. Neri si riferisce.
    L’unico aspetto che mi lascia perplesso è il passaggio che riguarda Renzi “impostare il referendum come un referendum sulla sua persona”. Io l’ho percepito in maniera differente, vale a dire un tentativo del suo governo di sprovincializzare il nostro Paese e avvicinarlo (avvicinarlo, sottolineo..) alle grandi democrazie europee.
    La sfida è stata altissima e anche velleitaria certamente, anche se dalle nostre parti, + Toscana+ Trentino AAdige mi pare, è stata vinta seppure di misura.
    E continuo ad avere stima per quel tentativo coraggioso.
    Se poi vogliamo puntare il dito sulle cause che hanno portato i governi di coalizione (coalizione, anche qui sottolineo..) a guida PD nella situazione attuale direi che la questione migranti economici occupa il primissimo posto.
    Ricordo bene i cori indignati interni alla coalizione quando Renzi sul suo ‘Avanti’ scrisse che bisognava aiutarli portando aiuti a casa loro!

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...