Spigolature

Consapevolezza – 23 Settembre 2018

Non profit bannerNon profit banner

Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
BlogE’ una piccola soddisfazione  …
Leggete anche il blog di recensioni musicali Kurvenal 
… leggere che l’argomento “consapevolezza del voto”, sollevato in un mio precedente post è tema dibattuto su Repubblica con interventi autorevoli come quelli di Giunio Luzzatto. Purtroppo mentre si è d’accordo che il problema esiste, tutto si limita alla presa di coscienza, all’enunciazione della problematica senza che nessun rimedio venga proposto (e forse non potrebbe).  E – come nel casao di Luzzatto – rimpiangere l’estinta “educazione civica” vuol dire non avere coscienza di cosa fosse. Per esperienza personale era una di quelle materie “sopportate” dagli insegnanti, spesso posposta per esigenza di tempo e soprattutto – quando affrontata – ridotta all’esposizione annoiata dei meccanismi istituzionali con la tacita ammissione “che non avrebbe fatto media”. Insomma un soprammobile da relegare nel ripostiglio dell’insegnamento. Anche se fosse ancora materia di insegnamento, così com’era non porterebbe ad alcuna consapevolezza. Non è con la conoscenza arida della struttura dello stato (peraltro necessaria – ma assolutamente non sufficiente) che si forma una coscienza civica, bensì con l’indicazione delle sue origini e dei meccanismi che la costituzione mette a presidio dei valori fondanti del nostro stato nato dopo la tragedia del nazifascismo, la guerra e l’insurrezione partigiana (un fenomeno italiano che non ha eguali in Germania, se non in rari casi sporadici elitari).  Ecco, la coscienza dell’importanza dello stato, quella che leghisti e pentastellati non hanno, convinti che sia costituito da burocrati che si oppongono al “cambiamento” catartico sbandierato senza spiegare in cosa consista. E un esempio della stupida protervia che caratterizza questa banda di sciamannati è l’esternazione del protagonista del “grande fratello” (un curriculum di tutto rispetto…) assurto non si sa per quali meriti partitici a nientepopodimeno che portavoce del primo ministro (un compito certamente non faticoso essendo la voce del prof. – ? – Conte così flebile da risultare inascoltabile. Con tanti saluti al compito che gli assegna la costituzione di indirizzare e coordinare il governo! ma quando mai?). Ecco questo carneade (ascoltato, parrebbe!) andrebbe interrogato per capire se la sua cultura sia del livello di quella del giovin signore che ha dato un solo esame universitario dopo avere cambiato due facoltà, scambia Cile e Perù, colloca Matera nelle Puglie e conosce l’inglese come io conosco il Kirgizo. Ma forse non è neppure necessario interrogarlo: per lui parlano a sufficienza le sue ignobili esternazioni coperte omertosamente dal prof. -?- Conte.
Molti lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla), che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!

IMG_5597

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...