Spigolature

Vitalizi e pensioni – 28 Giugno 2018

Non profit bannerNon profit banner
Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

I dilettanti ….
si riconoscono facilmente dalle sparate a vuoto che riempiono le orecchie ma non incidono nei fatti. Prendiamo il caso dei vitalizi dei parlamentari. In linea di massima si potrebbe concordare ricordando anche che il loro “stipendio” durante l’attività svolta era ed è certamente eccessivo costituendo un tipico privilegio assommato a molti altri (mutua, viaggi etc.). Ora una riduzione del vitalizio è anche concepibile ma non come norma punitiva. Ci sono casi di “pensionati” o addirittura di congiunti che si troverebbero a non sapere come sbarcare il lunario, con impegni già assunti sulla base degli emolumenti percepiti, e questo non è accettabile. Va da sè che questo è il frutto avvelenato dei politici di professione: la politica come mestiere e non come servizio. Un’anomalia che richiederebbe ben altri metodi di reclutazione che non il “sorteggio” proposto da un buontempone e che motiverebbe scelte di personaggi non come “giggino” (che mai ha lavorato come Salvini) ma di persone con un mestiere cui potrebbero tornare dopo anni di onorato servizio (e avendo portato il oro contributo di esperienza). E questo eviterebbe la situazione attuale. E la questione riguarda anche le pensioni. Io non so cosa sia una “pensione d’oro”. So che esistono pensioni stellari (sopra i 10.000 € mensili) e pensionati baby che ricevono una pensione del tutto ingiustificata rispetto al periodo lavorativo e ai contributi versati. Ma ancora una volta è necessario non fare di tutta l’erba un fascio. E pur risconoscendo che i pensionati baby sono uno scandalo come gettare loro addosso la croce per avere aderito a un provvedimento dello stato? Come coloro che sono andati in pensione e la Fornero li ha messi a piedi? Insomma una cosa è ristabilire regole certe da ora in poi, una cosa è attuare misure retroattive che incidono su situazioni pregresse e sulle quali le persone hanno avuto e hanno il diritto di contare. Faccio un piccolo esempio personale. Per una serie di motivi (riscatto degli anni di laurea, compleanno in dicembre che per gli aspetti accademici mi ha collocato in pensione praticamente a 71 anni) ho (credo di avere) 52 anni di contributi e sono certo che se la mia pensione fosse calcolata con il solo metodo contributivo (adesso è calcolata con un misto di contributivo e retributivo) il valore sarebbe superiore. Stufo di essere considerato un “parassita retributivo” ho quindi ripetutamente chiesto all’INPS quale sarebbe la mia pensione con il contributivo puro e non mi hanno risposto ammettendo – a mezza bocca – che non sono in grado di calcolarla (l’università ha avuto molteplici cambi di regime negli anni). E allora? Di quale colpa sono responsabile come molti altri se non della inefficienza della burocrazia e dell’amministrazione? Molti dei miei (rarefatti) lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla), che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!

IMG_5597

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...