Spigolature

Accademia – 9 Giugno 2018

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

C’è qualcosa cui gli universitari

(quelli seri..) non rinuncerebbero mai: la libertà di parola che fa parte del DNA del professore serio. Ecco che un ordinario  (insomma chi ha raggiunto il massimo della carriera) dal CV incerto si umilia di fronte a un presuntuoso giovin signore ignorante (uno che, a proposito di università, non è mai stato in grado di conseguire una laurea – condizione necessaria e mai sufficiente per avere un minimo di dignità culturale) chiedendogli il permesso – negato! – di affermare qualcosa in un’aula parlamentare, indica il livello infimo del premier-travicello cui un elettorato ignorante, pronto a farsi infinocchiare da mirabilanti promesse da paese del bengodi, ci ha consegnato. Peraltro il livello culturale del sig. Conte può essere valutato dall’ignoranza del nome del “congiunto” assassinato del presidente Mattarella e dal balbettio con cui ha risposto alle contestazioni dell’aula.  Eppure tutte le fandonie di Berlusconi (qualcuno si ricorda il contratto con gli italiani, firmato davanti a quell’ectoplasma di Vespa?) avrebbero dovuto insegnare qualcosa a questi elettori del livello culturale e della sensibilità sociale di Salvini. (In materia come commentare il silenzio sulla “squola” del professore inesistente, che pure di questa istituzione fa parte?) Niente. Il pover’uomo nelle due camere sembrava “nocchiero – meglio marinaio di ultimo rango – in gran tempesta” guardato a vista come una marionetta dai suoi due nuovi padroni-carabinieri. Forse chiederà loro – come uno scolaretto – anche il permesso di andare alla toilette. In questi giorni  rappresenta (?) l’Italia (ma non il sottoscritto!) in Canada e posso immaginare i sorrisetti di commiserazione da parte di leaders veri che lo guarderanno con lo sguardo di commiserazione che si regala a una comparsa e che ricordando Berlusconi e la sua rozzezza, penseranno che siamo caduti dalla padella nella classica brace. E basta con questi miei colleghi universitari che nelle pagine dei giornali scrivono – probabilmente ben remunerati – pezzulli di analisi come se dal disastro di questo governo non fossero anche loro toccati se non addirittura non ne avessero una parte di repsonsabilità! Fra i peggiori ci sono i due insopportabili “politologi” di Bologna e Venezia, noiosissimi ospiti regolari di Gruber, Annunziata & company, che sguazzano imbelli nella tragedia distillando insopportabili quanto risibili perle di saggezza (!). E molti dei quali hanno contribuito ad affossare il referendum (come Zagrebelsky che – si dice – sperava persino di diventare presidente della repubblica): qualcuno di loro ha il coraggio di ammettere che oggi saremmo in una condizione di gran lunga migliore se fosse passato?  Il mea culpa non fa parte di questa inutile casta a riprova della loro nullità.   Molti dei miei (rarefatti) lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) , che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!

IMG_5597

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...