Spigolature

Il ritorno – 8 Giugno 2018

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Bertoldo aveva sospeso da alcuni mesi i propri posts

ma di fronte alla drammatica deriva dell’Italia è necessario levare anche una piccola e modesta voce che dimostri che c’è chi si oppone e spera ancora in un’Italia diversa. Con poche speranze con questo elettorato.
E’ fuori discussione che in inglese la parola “flat” significhi inequivocabilmente “piatto” e la “flat tax” inequivocabilmente una tassazione con un’aliquota unica. Ma per la coalizione giallo-verde indica invece un “piatto graduale”, in un certo senso inclinato (quindi riferito a un asse non orizzontale!) in ossequio al dettato costituzionale. Ora noi poveri operatori del sapere scientifico ci scervelliamo come sia possibile la realizzabilità di un siffatto ossimoro ma è questo un problema che non affliige i “dual-colours”. In soldoni, a mezza bocca, ammettono che non è realizzabile e si inventano strampalate figure geometriche in cui il “piatto” è riferito a piani molteplici, da attuarsi in tempi biblici (adesso si parla del 2020 ma domani sarà il 2021..), magari dopo un collasso della coalizione come argomento propagandistico elettorale per infinocchiare ancora una volta la banda di incompetenti pecoroni, dopati dalle TV dell’ex-cavaliere,  che hanno creduto che il bengodi fosse a portata di mano. La realtà è che questa coalizione potrà attuare – forse – solo alcune riforme come la legittima difesa (evviva il far-west!), l’abolizione degli studi di settore (evviva gli evasori!), qualche riduzione degli aggravi burocratici. Ma niente che abbia un reale valore economico, perchè – piaccia o meno – chi ha prestato soldi li vuole indietro con interessi prima di prestarne altri e quindi di fatto sarà il sistema economico-finanziario che orienterà il paese nelle grandi scelte – quanto peraltro con un linguaggio da energumeno ha affermato Oettinger. Insomma un terreno nel quale qualunque opposzione avrebbe davanti a sé praticamente un campo sterminato senza ostacoli se solo non fosse interessata a guardarsi l’ombelico e a discutere in modo bizantino su chi sia più o meno di sinistra. “Dum loquimur…”  Molti dei miei (rarefatti) lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) , che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato.
N.B. Bertoldo é ospitato in un sito WordPress  gratuito. Pertanto ha uno spazio limitato ed é per questo che sono obbligato a chiedere che i commenti siano limitati a poche parole altrimenti saranno automaticamente cassati. Grazie per la vostra comprensione.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

4 risposte a "Il ritorno – 8 Giugno 2018"

  1. Sandra Festi ha detto:

    Bentornato!
    A tutto quanto rilevato da Bertoldo aggiungo che io non mi capacito di ciò che è uscito dalla graziosa bocca di Di Maio appena insediato : il ringraziamento a Casaleggio e a Beppe Grillo per “averci portato fin qui”.
    Rivolgo anche un invito ai nostri concittadini che hanno votato Lega e Movimento, di andare alla cassa per riscuotere il credito e a non farsi prendere per il naso.
    La sinistra per il momento si faccia delle flebo,
    Sandra Festi

    Mi piace

    • Bastasse una flebo… Ci vorrebbe quella che un tempo si dava ai bambini, chiamata “vitamina urto”. Dopo averla presa diventai insopportabile (e si prega evitare la facile battuta che lo sono ancora…)

      Mi piace

  2. Massimo Rudan ha detto:

    Bentornato a bertoldoblog (propongo un successivo ritorno dopo un’altra pausa sia intitolato “I’m back”, alla Schwarzenegger…).

    I gialloverdi non riusciranno nemmeno a chiarire quale debba essere l’aliquota della (delle) “flat tax”. Lo Stato, come minimo, deve incamerare una cifra uguale a quella dell’anno precedente. Se si modificano pesantemente le aliquote, vanno anche modificate (cioè diminuite o annullate) le esenzioni. Ma il numero di queste, le loro possibili combinazioni, e le relazioni fra esse, danno un numero di combinazioni semplicemente astronomico, alla maggior parte delle quali quasi certamente corrisponde un buco di bilancio. Un sistema complesso come quello fiscale va modificato coi guanti: per quelli del mestiere, con una successione di stati quasi stazionari, in modo da stare sempre arbitrariamente vicino all’equilibrio; altrimenti, Termodinamica insegna, si rischia di allontanarsi dall’equlibrio in modo incontrollabile, fino alla catastrofe.

    Purtroppo, l’alternativa sarebbe ancora peggiore: quelli di Renzi alleati con quelli di Berlusconi, corrotti fino al midollo e altrettanto incapaci. Se il PD avesse avuto il coraggio di toglier Renzi di mezzo, avrebbe potuto provare ad allearsi coi 5 Stelle, i numeri li avrebbero avuti, invece di manifestare furibondo livore al momento della fiducia. Si vede che si sono già dimenticati di aver mandato, almeno un centinaio di volte, la loro madonnina infilzata a chieder la fiducia per far passare le leggi più immonde, quando comandavano loro. Se si sono accorti di aver fatto una stupidaggine, se la prendano con sé stessi.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...