Spigolature

Ignoranza – 25 Dicembre 2017

U

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
C’è un limite all’ignoranza: oggi al TG7 della sera una ignota speaker ha citato la repubblica di Weimar (ei pronunciato come in italiano!!!) e lo stesso dicasi per Steinmaier. Ora tutti, ripeto tutti sanno come si pronuncia il nome della repubblica che prende il nome dalla città in cui si è formato il debole e instabile governo poi rovesciato da Hitler e dai nazisti. Tutti coloro che hanno almeno  uno straccio di cultura sanno quale tragedia si sia consumata negli anni venti con questa repubblica ma questa indicibile incompetente (ma avrei un altro nome da usare) denuncia senza alcuna vergogna la sua abissale inaccettabile ignoranza.  Ma dove ha studiato questa persona? Si è fermata all’asilo? E questi sono i giornalisti che infestano le TV. Vergogna!
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

10 thoughts on “Ignoranza – 25 Dicembre 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    Coraggio …… e queste sono solo cosette che però il nostro anfitrione fa benissimo a segnalare, anche se all’ignoranza i limiti sono parecchio elastici!
    Niente a che vedere con certi spettacoli sulle reti tv cd ‘private’ che sono di una truciditá senza pari, al punto che lasciano increduli possa esistere qualcuno che li guarda!
    Per fortuna che esistono isole di solida e anche normale cultura.
    E nella nostra città ce ne sono parecchie, anzi a volte c’è persino l’imbarazzo della scelta.
    Siamo abbastanza fortunati!

    Mi piace

    • E’ vero sono solo “cosette” ma questa signora evidentemente non ha mai sentito parlare della repubblica in questione, altrimenti non avrebbe così clamorosamente sbagliato. Non è ovviamente significativo l’errore di pronuncia (anche se la pronuncia del dittongo “ei” in tedesco è nota anche ai bambini) ma è la mancanza di qualsiasi sensibilità storica a fare spavento. Come se la tragica repubblica fosse un episodio di un passato lontano come le guerre puniche e non il prodromo della più grande catastrofe del XX secolo. E credo che se la cosa fosse rimproverata – come dovrebbe essere – dal direttore della testata giornalistica farebbe spallucce e racconterebbe la cosa agli amici come un esempio di pedanteria di un vecchio barbogio.

      Mi piace

  2. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Questo è nulla: quello che più mi infastidisce è la continua, pesantissima inflessione romana o toscana che ormai si sente da parte di chiunque appaia in TV. Pare che il romanaccio sia di moda, faccia “fico” e “sinistra”.
    Un tempo era d’ obbligo il corso di dizione, ora persino le molte giovani bellezze dell’ Est che , più o meno impacciate, troviamo raccontarci il tempo o le acrobazie di Donnarumma, vengono lasciate al naturale: pare che l’ accento romeno sia sexy…
    E dato il melting pot prossimo venturo, immagino accenti nigeriani o eritrei ( quelli portoghesi già abbondano…). Ovviamente incriticabili per il politicamente corretto:”Non sarai mica razzista!”.

    Mi piace

  3. Roberto Barilli ha detto:

    Beh, senza riferimenti politici di sorta (qualcuno potrebbe essere sospettoso…..) lievi accenti toscani o veneti li trovo gradevoli.
    Poi è chiaro che in uno speaker radiotelevisivo il massimo è la totale assenza di inflessione.

    Mi piace

  4. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Gentile Barilli, siamo messi proprio male: si parla di “accento” toscano e subito ci si mette sulla difensiva… politica. Non mi riferisco a lei ovviamente, il fenomeno scatta più o meno in tutti.
    Ci hanno ridotto proprio male, non si può più parlare di alcunchè senza temere qualche … “etichetta”. La propaganda ha lavorato benissimo. Alcuni giorni fa rileggevo alcune belle poesie di Senghor, il poeta della negritudine. Come lo si dovrà chiamare ora per non sembrare razzisti?
    Tutto questo è molto, molto preoccupante: a forza di farci il lavaggio del cervello ci hanno costretto a censurarci da… noi stessi e per le cose più veniali.
    Anche a me era simpatico il toscano, ma il troppo…stroppia, come il romano, di questi tempi onnipresente.

    Mi piace

    • Roberto Barilli ha detto:

      Gentile signora Martucci, converrà senza esitare che trovare l’accento di Dante un tantino infastidente indurrebbe anche un angioletto a mettere le mani avanti,……
      Quanto alle inflessioni dialettali imperanti nei nostri media convengo che il romanesco è quello che gradisco meno.

      Mi piace

  5. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Ho appena riascoltato – anzi, rivisto su Youtube, ne vale la pena – l’ Isoldes Liebestod dall’ ultimo concerto di Karajan. Non amo molto questo Direttore, ma questa sua ultima fatica, con la voce meravigliosa ( che controllo!) della Norman e i Wiener al massimo è una delle cose per le quali vale la pena essere vivi.
    E tutte le piccolezze e le brutture, a confronto con questo splendido Wagner, sembrano così piccole, misere, lontane…

    Mi piace

  6. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Forse sono off topic, ma a proposito di “ignoranza” consiglio la lettura dell’ articolo “Case popolari a Bologna” sul Corriere di Bologna .
    Lo riassumo: tra 2 anni ci sarà il sorpasso degli assegnatari stranieri (extra UE) nei confronti degli Italiani (e questo lo avevamo già “percepito”); occorre però integrazione: ad esempio spiegare queste preziose “risoirse” che non si può “cucinare in terrazzo e sgozzare il vitello in garage per il Ramadan”. Parole del Presidente dell’ Acer Alberani, e chi frequenta qualcuno che abita nelle nostre periferie sa bene che non scherza, pbasta guardarsi in giro nella nostre strade, soprattutto dopo il tramonto: ormai regna, dopo la chiusura dei negozi, il coprifuoco.

    E penso alla cara Elena, una laurea in Chimica, flautista volenterosa e tanta curiosità, appena partita per Londra per potersi finalmente permettere un monolocale in affitto e la speranza di un futuro. E penso ai tanti figli di amici e conoscenti, senza “santi in Paradiso” ma con tanta buona volontà che invecchiano in vergognoso precariato o costretti anche loro a fuggire.
    In tutta evidenza i Governi non li considerano “risorse”, forse perchè, tra l’ altro, amano e rispettano gli animali. Solo di “migranti” si parla, solo di loro ci si preoccupa.
    E poi ci si chiede come mai l’ ultradestra cresce…

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...