Spigolature

Due pesi – 2 Agosto 2017

Non profit bannerNon profit banner

 

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Di certo di dittatori non  c’è carenza al mondo, anzi sono probabilmente in numero assai maggiore i regimi dittatoriali o simil-dittatoriali rispetto a quelli democratici o simil-democratici. Ma quello che ė singolare ė l’atteggiamento degli altri stati. Prendiamo quello schizoide di Trump (e sono volutamente andato giù leggero). Nel caos confusionario che regna alla casa bianca (roba da fare invidia ai grillini) ha deciso di sanzionare Maduro per delle elezioni farsa che darebbero all’ex-tranviere (avete letto bene, un tranviere che ha raggiunto i piani alti del potere durante il chavismo attraverso il sindacato) il potere assoluto, quello dei dittatori. Bravo Trump, finalmente una mossa da applaudire. Ma come mai non ha tenuto lo stesso atteggiamento nei confronti del satrapo sanguinario Erdogan? Non ha anche lui organizzato un referendum farsa, non ha forse incarcerato senza ragione migliaia di persone, non ha trasformato uno stato di diritto in una dittatura che dovrebbe fare rivoltare nella tomba Mustafa Kemal “Ataturk”?  Niente, zitto e mosca, come se non fosse successo nulla. Ecco se mai in qualcuno ancora albergassero dubbi sul fatto che Trump è un buffone che ha “rigged” le elezioni, vincendole con brogli clamorosi è servito. E poi ci lamentiamo di Kim Jong-hun. E il colpevole silenzio di Trump trova il suo contraltare nei paesi europei, troppo interessati ai commerci  con la Turchia per rischiare parole di condanna. In questo si distingue l’università e in particolare quella di Bologna che a fronte della repressione che si è abbattuta sui colleghi turchi ha solo emesso un blando (direi quasi rispettoso) comunicato lo scorso anno e poi nulla.  La chiamano realpolitik ma è la stessa che caratterizzò l’atteggiamento dei paesi europei negli anni ’30. E sappiamo come è finita.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

One thought on “Due pesi – 2 Agosto 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    La Sua indignazione è la Mia indignazione circa gli esempi portati.
    Ciò detto si deve purtroppo dire che la Realpolitik (o anche solo la Politik …..) ha e ha sempre avuto i suoi costi e i suoi prezzi.
    È però giusto che la società civile ragioni diversamente.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...