Spigolature

La violetera again – 22 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Prima di pubblicare il post di oggi avevo opportunamente aperto l’ombrello aspettandomi una pioggia di commenti contrari e risentiti. In realtà ne ho ricevuto uno solo ufficiale (un po’ astioso) e una precisazione telefonica molto amichevole. Meno, molto meno del previsto forse anche grazie al fatto che molti “followers” sono già in vacanza o molto più semplicemente non interessati a commentare. Al di là di una contumelia più o meno velata rivoltami mi preme dibattere il fatto dell’ammissione nella UE di Polonia e Ungheria, la vergogna dell’europa insieme ai cechi. Nessuno imputa direttamente lo sconsiderato allargamento della UE unicamente a Prodi ma come sempre quando c’è una responsabilità essa viene giustamente imputata ai vertici e di sicuro non si può neppure affermare che Prodi fosse personalmente contrario (Berlusconi ipotizzò addirittura un’entrata della Russia nella UE coprendo l’Italia di vergogna e ridicolo di fronte a una tale stupidità). Si dirà “erano tempi diversi” ma se una società assume decisioni che nel tempo si rivelano erronee non è forse responsabilità di chi le ha assunte e in primis del vertice? E non mette conto confrontare le centellinate uscite di Prodi con quelle degli energumeni rozzi e ignoranti alla Di Battista o Salvini. Sarebbe da decerebrati un simile confronto ma una volta posta l’asticella sopra una soglia di decenza, si può criticare una posizione da eterno padre della patria che non parla ma pontifica senza prendere mai una posizione netta e subirne le conseguenze, positive o negative che si rivelino? Ecco il reato di lesa maestà non fa parte della mia sensibilità giuridica, fermo restando il diritto al dissenso nei miei confronti, possibilmente senza intaccare quel rapporto di reciproca stima che in certe parole parrebbe venire a mancare. Chi scrive, normalmente, riflette parecchio prima di prendere una posizione e mai una critica seria mi ha fatto venire meno il rispetto e l’amicizia nei confronti di chi a buon diritto critica le mie posizioni. Mi piacerebbe che questo fosse il terreno comune per un confronto serio e civile: scrivendo di getto la penna può scivolare…
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard
Spigolature

La violetera – 22 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Il titolo di questo post è in realtà derivato da un famoso sferzante elzevirino su Amintore Fanfani di Fortebraccio al secolo Mario Melloni sull’Unità (quando ancora c’era). Oggi di violetere ne abbiamo un’altra: il Prodi Romano prof. Si concede in modo centellinato, a tutti un po’, proprio come fa la violetera con le viole, dispensa perle di saggezza senza mai impegnarsi, forte di uno sfiorito prestigio che però è sempre più evanescente e proprio per questo da difendere non concedendosi completamente a nessuno. Come le vecchie glorie, come Greta Garbo, che per evitare di mostrare lo sfiorire della propria bellezza si rinchiudono in una sorta di fortino inespugnabile. Vecchie glorie inutili, come Prodi che fa del suo parziale Aventino post-mancata-elezione una sorta di marchio di fabbrica come una qualsiasi Norma (quasi) irraggiungibile, come una Pizia che scrive le proprie profezie sulle foglie sparpagliate dal vento (così nessuno le ricorda). Parafrasando la bella Cecilia, insomma:  “dice che tutti lo voglion e da nessuno si fa pigliare”… Partecipa a un convegno di qua, si presenta alla presentazione di un libro di là, finge di rifiutare sdegnosamente, novello Cincinnato, lo scettro del governo (sperando magari di essere “obbligato” ad accettarlo in futuro, controvoglia – teoricamente – se i supplicanti si recheranno alla sua residenza in ginocchio sui ceci). E non va dimenticato che nel suo curriculum c’è l’allargamento della UE a paesi rivelatisi indegni e fascisti come Polonia e Ungheria, senza la possibilità di espellerli. Appartiene a quella categoria che ha fatto della propria persona un mito prima della scomparsa terrena attraverso la rarefazione equamente distribuita dei propri interventi, come fu il caso pianistico di Arturo Benedetti Michelangeli. Peccato che non abbiamo bisogno di miti ma di persone che accettino umilmente di impegnarsi, senza atteggiarsi a padri della patria fai-da-te. Ma in periodo oscuri si cerca di affidarsi ai fenomeni, o presunti, o autodesignatisi tali…
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

G8 – 21 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Finalmente, finalmente un rappresentante dello stato (Gabrielli) ha detto ufficialmente quella verità che tutti da anni conoscevamo, che è stata oggetto di inchieste interazionali e che ha collocato l’Italia nel novero delle nazioni nelle quali la legge è carta straccia.  Ma in questo contesto di cui vergognarci spicca la dichiarazione di quell’ex- ministro che ha acquistato una casa vista Colosseo senza accorgersene, implicato nel caso Anemone etc. che ha bellamente affermato di avere respinto le dimissioni dell’allora capo della polizia De Gennaro (rendendosene implicitamente complice), ex capo della polizia premiato con la presidenza di Finmeccanica! Ora “Dio li fa poi li accompagna” ma è possibile che chi si è reso responsabile di fatti così delittuosi venga posto a capo della più importante azienda pubblica? Per quali meriti? E con quali specifiche competenze? Nulla di nuovo sotto il sole: di incompetenti e malfattori allo sbaraglio è piena la politica (forse bisognerebbe valutare quale è il minimo grado di incompetenza e ignoranza per esser ammessi all’arena della politica..) ma qui all’incompetenza si somma un’altra colpa ancor più grave. Stupirsi e sdegnarsi non vale più a nulla: aspettiamo solo che altri ignoranti e incompetenti (bellissima ancora una volta l’ignoranza di Di Battista che scambia Auschwitz con Austerlitz! Napoleone si rivolta nella tomba…) si affaccino al governo del paese perché vale ancora l’affermazione del principe di Salina “bisogna che tutto si modifichi perché nulla cambi”. 
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Polonia e Ungheria – 20 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Alla fine, con la lentezza di un pachiderma assonnato la UE ha battuto un flebile colpo, minacciando la Polonia di attivazione dell’articolo 7, quello che la priverebbe del diritto di voto, a seguito della legge liberticida che vorrebbe assoggettare i giudici al potere politico, come è il caso della Turchia del macellaio Erdogan. Peccato che per assumere questa decisione ci vorrebbe un voto unanime e del consesso fa parte anche quella buona lana di Orbàn che ovviamente ha già dichiarato la propria contrarietà. Due governi indegni dell’Europa (o di quella che vorremmo intendere come tale), di stampo fascista, l’uno (la Polonia) dominato dalla figura di un conservatore integralista e reazionario come Kaczyński e l’altro (l’Ungheria) retto da un altro reazionario che però ora guarda alla Russia di Putin come fulgido esempio di democrazia. Insomma quando si è dei malfattori non si va per il sottile. E in tutto questo gli interessi militari della NATO (come nel caso della Turchia) sembrano prevalere su quelli morali. Ma insomma dovremo assistere a “purghe” come quelle turche prima che si prendano provvedimenti adeguati? Di un’europa priva di valori morali non sappiamo cosa farcene e al di là della sciagurata volontà di Prodi (la cui figura forse meriterebbe un adeguato ridimensionamento e di cui ho in programma di scrivere un post nei prossimi giorni) di allargare indiscriminatamente la UE non sarebbe assai meglio un’altra europa ristretta, composta solo da nazioni che condividano comuni principi di democrazia e antifascismo? Ma forse è troppo presto per questo auspicio: se la destra vincerà le elezioni in Italia ci ritroveremo a fianco di Ungheria e Polonia.  Una prospettiva raccapricciante.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Trump e Alfano – 19 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Il fiasco di Trump sull’ Obama Care (che naturalmente mi riempie di gioia) non è tanto importante per il fatto in sé quanto per la prova che negli USA la disciplina di partito viene in secondo ordine (spesso – non sempre) rispetto alle reali necessità degli elettori e che un sistema nel quale non vi sono “nominati” ma eletti direttamente dagli elettori cui debbono rispondere in prima persona può funzionare. E’ lo stesso sistema che il larga parte vige in UK  e che la dissennata guerra contro la riforma costituzionale (con tutti i suoi limiti), basata unicamente su una faida che nulla aveva a che fare con i contenuti,  ha reso impossibile in Italia (pur con tutte le differenze).  E questo induce a una riflessione: quanti oggi in UK si rendono conto di essere stati gabbati da interessi che nulla hanno a che fare con quello dei cittadini e vorrebbero tornare indietro? Secondo i sondaggi la maggioranza.  Quanti in Italia, di fronte alle squallide manovre e manovrine di piccoli partiti in grado di affossare riforme importanti, si rendono conto di avere innestato la marcia indietro della efficienza amministrativa e di essere condannati ancora una volta a eleggere personaggi ignoti che non debbono rispondere direttamente all’elettorato? Purtroppo pochi, accecati da una partigianeria del tutto irrazionale certamente alimentata anche da un carattere, quello di Renzi, che purtroppo ha scarse capacità di mediazione o quantomeno di persuasione (gli sono vicino perché ha il mio stesso carattere anche se ne riconosco i limiti). E così dobbiamo ogni giorno assistere alle furberie di chi ha come unico scopo quello di mantenere seggio e prebende, annusando l’aria che tira, infischiandosene degli interessi della nazione. La squallida vicenda dello ius soli  (e del miserando, squallido Alfano, esempio paradigmatico di doppiezza ed emblema di chi tiene il piede in due staffe) è la cartina di tornasole del degrado e – purtroppo – del ritorno di una destra reazionaria e fascista che non ha più neppure il pudore di nascondersi.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Processi – 18 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Se c’è un argomento che non mi interessa, non mi appassiona e che quando affrontato nei giornali mi fa saltare intere pagine è quello della cronaca nera. Non per niente è uno degli argomenti principe di quella sventurata, ignobile trasmissione televisiva che è Porta a porta. L’interesse che una larga maggioranza prova di fronte a queste miserie è il sintomo di una malattia per la quale non esiste, apparentemente, rimedio: la morbosità che spesso si accoppia con la partigianeria senza avere cognizione delle carte processuali. Si è a favore o contro come si è tifosi di una squadra di calcio. Ma quello che mi fa orrore è che le famiglie dei poveretti che hanno avuto un parente vittima di una violenza sono alla ricerca di un colpevole qualunque e, nel caso di un processo indiziario, di una condanna a qualunque costo, quasi una sorta di vendetta, magari nei confronti di un innocente. Mi pare barbaro che si voglia comunque una condanna al di là della certezza della colpa, magari commettendo nei confronti di un innocente la stessa violenza subita dalla vittima. Purtroppo tutto questo ha il sapore della vendetta ad ogni costo, quella che porta negli USA all’orrore dello spettacolo dell’esecuzione capitale concesso ai parenti, una vergogna il cui solo pensiero mi fa sospettare che alcuni esseri umani siano solo delle bestie feroci e che  mi ricorda la folla che assisteva alle decapitazioni della rivoluzione francese come a uno spettacolo televisivo. E certamente sarebbe interessante avere una profilazione di coloro che chiedono di fare parte di una giuria popolare: quale è il loro grado di equilibrio, di competenza? O forse semplicemente rappresentano in giudizio gli stessi sciamannati che si contendono un posto nelle aule giudiziarie come se si assistesse a una partita di calcio?  In dubio pro reo: questo dovrebbe essere il mantra che dovrebbe presiedere ad ogni giudizio. E mi spiace dover dire che ho molti dubbi che valga per molti di questi giudici popolari.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

La pensione – 15 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Forse nella zucca dei dirigenti sindacali (Camusso e Landini in primis – anche se quest’ultimo in uscita per trasferirsi armi e bagagli direttamente alla politica) il sogno sarebbe quello di vedere tutti baby-pensionati, quell’obbrobrio formato da persone che hanno ottenuto la pensione dopo qualche sparuto anno di servizio. Secondo questi dirigenti parrebbe che il nirvana per gli iscritti al sindacato sia il “collocamento a riposo”, salvo scoprire che il tempo libero guadagnato è in realtà una truffa che porta alla depressione, alla noia etc. È fuori di dubbio che il nostro ciclo di vita si allunga e non si capisce perchè non dovrebbe allungarsi il periodo lavorativo. Forse sono malato, ma costretto (ripeto costretto) alla pensione a 71 anni, ho deciso di continuare a svolgere il mio lavoro gratuitamente e non ho rimpianti (ovviamente fino a quando la salute me lo permetterà).  Non solo, ma al di là del senso civico di rendere alla comunità quanto ricevuto c’è la sensazione di essere ancora utili, di fare parte di quel ceto produttivo che è la spina dorsale del paese. Insomma, un modo per sentirsi ancora giovani o, meglio, non ancora così vecchi.  Ma in Italia vige un’altra regola: ogni volta che viene a scadenza un impegno, ecco che si cercano vie per svicolare, per trovare il modo di svuotarlo di significato. È il caso della pensione a 67 anni. Insomma si fanno patti ma fino a un certo punto… sapendo che poi che ci si batterà per disdirli. E questa è proprio una della peggiori caratteristiche italiote nelle quali il sindacato si butta a capofitto. Il sindacato è concettualmente un’importantissima istituzione (e lo è stato realmente in passato) ma la deriva attuale la rende inutile se non dannosa e il costante calo degli iscritti ne è una prova. Oggi il sindacato non si batte contro il “padronato” ma semplicemente contro il buon senso, la storia e l’interesse della nazione. Una deriva che non pare avere uno sbocco e sulla quale la destra ha buon gioco.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard