Spigolature

La violetera – 22 Luglio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Il titolo di questo post è in realtà derivato da un famoso sferzante elzevirino su Amintore Fanfani di Fortebraccio al secolo Mario Melloni sull’Unità (quando ancora c’era). Oggi di violetere ne abbiamo un’altra: il Prodi Romano prof. Si concede in modo centellinato, a tutti un po’, proprio come fa la violetera con le viole, dispensa perle di saggezza senza mai impegnarsi, forte di uno sfiorito prestigio che però è sempre più evanescente e proprio per questo da difendere non concedendosi completamente a nessuno. Come le vecchie glorie, come Greta Garbo, che per evitare di mostrare lo sfiorire della propria bellezza si rinchiudono in una sorta di fortino inespugnabile. Vecchie glorie inutili, come Prodi che fa del suo parziale Aventino post-mancata-elezione una sorta di marchio di fabbrica come una qualsiasi Norma (quasi) irraggiungibile, come una Pizia che scrive le proprie profezie sulle foglie sparpagliate dal vento (così nessuno le ricorda). Parafrasando la bella Cecilia, insomma:  “dice che tutti lo voglion e da nessuno si fa pigliare”… Partecipa a un convegno di qua, si presenta alla presentazione di un libro di là, finge di rifiutare sdegnosamente, novello Cincinnato, lo scettro del governo (sperando magari di essere “obbligato” ad accettarlo in futuro, controvoglia – teoricamente – se i supplicanti si recheranno alla sua residenza in ginocchio sui ceci). E non va dimenticato che nel suo curriculum c’è l’allargamento della UE a paesi rivelatisi indegni e fascisti come Polonia e Ungheria, senza la possibilità di espellerli. Appartiene a quella categoria che ha fatto della propria persona un mito prima della scomparsa terrena attraverso la rarefazione equamente distribuita dei propri interventi, come fu il caso pianistico di Arturo Benedetti Michelangeli. Peccato che non abbiamo bisogno di miti ma di persone che accettino umilmente di impegnarsi, senza atteggiarsi a padri della patria fai-da-te. Ma in periodo oscuri si cerca di affidarsi ai fenomeni, o presunti, o autodesignatisi tali…
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. I commenti sono sempre accettati a meno che non contengano frasi ingiuriose o inaccettabili ma il fatto che siano accettati non significa affatto che riflettano la mia opinione.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
    NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

6 thoughts on “La violetera – 22 Luglio 2017

  1. Sandra Festi ha detto:

    Fra le troppe, malevoli, parole dell’ elzeviro, le poco meditate esternazioni dei politici, e le dichiarazioni “centellinate” del prof. Prodi, preferisco queste ultime che hanno sempre il merito di riportare sulle pagine dei giornali una generosa obiettività e conoscenze sicure.
    La generosità, che in politica si configura come prospettiva etica elevata, ha, forse, dato luogo negli anni a calcoli meschini ( vedi i ricatti dei minuscoli partitini in Italia,o le derive nazionaliste degli stati dell’ est), ma rappresenta tuttavia un esempio cui adeguare le migliori ambizioni di chi vuole governare.
    Infine leggo preferibilmente le parole, arricchite di citazioni e dati corretti, di Prodi, piuttosto che sproloqui conditi di errori di altri (per non far nomi Di Maio o Di Battista).
    Sandra Festi.

    Mi piace

    • Roberto Barilli ha detto:

      In altro Post scrivevo circa Prodi ” …. non ce la fa ad uscire almeno parzialmente di scena, sapientemente blandito e sollecitato dai media che trovano in lui il terreno ideale per rinvigorire le polemiche che sono il pane della professione.
      Puntualmente ricambiati dal Nostro in un gioco delle parti che spesso risulta fastidioso”.
      E infatti le sue dichiarazioni sono numerose ma che proprio siano intrise di profondi pensieri mi sembra difficile trovarle.
      Diciamo pure che il suo passato, certamente prestigioso, meriterebbe un presente meno superficiale al punto che talvolta ci si potrebbe chiedere se ‘quel’ passato è stato all’altezza dei ricordi e qualche volta purtroppo sorgono dei dubbi.
      Se penso a una straordinaria personalità del calibro di Giorgio Napolitano e a quello che talvolta esce dalle sue dichiarazioni o dalle due rare interviste, tanto per citare un altro illustre italiano, il confronto fra i due è impietoso.
      Ci sono poi similitudini di Romano Prodi che lasciano molto perplessi e che sembrano uscite pari pari dall’oratorio, con tutto il rispetto per quei luoghi: dal Vinavil allo spostamento della tenda, puntualmente riprese e amplificate da personaggi di terz’ordine che ne mortificano così ulteriormente i significati.

      Mi piace

      • Roberto Barilli ha detto:

        ..da non dimenticare sempre sul prof. (Prodi) che a suo tempo ha presieduto due governi (dopo che la sua vasta coalizione aveva battuto quella berlusconiana) regolarmente affossati dagli eredi di quella ‘sinistra’ verso la quale, ha detto, di volere spostare un pochino la tenda.
        Per non parlare dei famosi 101 che parrebbero essere stati sodali del D’Alema sponsor di Amato, stando alle notizie di Matteo Renzi.
        Insomma ce ne sarebbero molte di ragioni per osservare un certo riserbo ma, si sa, l’uomo (con la u minuscola a indicare il genere umano….) è debole!

        Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...