Spigolature, Uncategorized

Ius Soli – 17 Giugno 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
A leggere i resoconti sui giornali della vergognosa gazzarra inscenata dalla lega e dalle destre fasciste (nel silenzio dei pentastellati- complici al senato con l’astensione dei tanto ignobili quanto stupidi parlamentari neonazi) in occasione delle votazioni al senato italiano sulla legge dello Ius Soli c’è da chiedersi semplicemente se questi personaggi – che secondo la costituzione dovrebbero rappresentarmi!!!! – sanno leggere. Io sono per il no se si parte dalle loro dichiarazioni scomposte e propagandistiche . E la vergogna dei pentastellati, trombati alle comunali e quindi in cerca di consensi da parte del settore più retrivo degli elettori, è quanto di più schifoso (ripeto SCHIFOSO) si possa immaginare. Sono dei vermi. Ha ragione Altan: in questo caso “uno vale zero”. Ma c’è di peggio. Inviterei chi ne ha voglìa a leggere i commenti su Facebook in materia. E’ semplicemente rabbrividente la pancia del popolino, quello che vota con qualunque organo che non sia la testa, che è totalmente ignaro di quanto avviene in Europa, che se potesse farebbe di Trump il novello vitello d’oro, che ha come unico sfogo (oltre il condominio) l’insulto becero, la contumelia in un social media che non vuole prendere misure contro questa barbarie informatica. E vadano a quel paese i sociologi che su questo vergognoso fenomeno scrivono dotte dissertazioni che alla  fine risultano in una sorta di giustificazione se diventano oggetto di trattati culturali (o di pezzulli per una qualche carica accademica da parte di coloro che avendo gravitato sei mesi in un dipartimento ritengono di avere diritto a una cattedra). Qualcuno scriverà o penserà che  sono diventato antidemocratico: pazienza. Ma la democrazia, quella vilipesa da questi elettori cui andrebbe tolto il voto per manifesta incapacità di intendere e di volere, non è almeno la libertà di potere esprimere le proprie opinioni argomentandole? Pfui!
PE Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

2 thoughts on “Ius Soli – 17 Giugno 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    esattamente la vergogna dei penta stellati, di chi li vota ovviamente.
    Di fronte a un provvedimento che restituisce civiltà a tante persone che sono italianissime opporsi è proprio il segnale che il M5Sriunisce quanto di peggio c’è in giro.
    E mai uno, dico uno, che dica che vota grillino!
    Pare che in giro non ce ne siano: si vede che si vergognano di farlo sapere!.

    Mi piace

  2. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Beh, stigmatizzare l’ insulto becero attraverso l’ insulto non mi pare il massimo…
    Perchè poi il voto dovrebbe essere palese? Per ricevere la scarpa destra, i 50 Euro, la raccomandazione per il figlio, o per far sapere “sono con te, se per caso si libera un posticino…”.
    Il voto è e deve essere segreto proprio per cercare di combattere il voto di scambio, tanto in voga in questo Paese.

    Dovrebbe essere invece palese, palesissimo ( mi si perdoni…) quello dei nostri “rappresentanti” in Parlamento dei quali dovremmo conoscere vita opere e miracoli, pubblici e privati, poichè la nostra stessa vita dipende dalle leggi che appronteranno e che dovranno regolarla dalla culla alla tomba ( lenzuola comprese…).

    A proposito di democrazia, visto che sempre più spesso si invocano democrazie “particolari” ( dovrebbe votare solo chi decido Io : il problema è che ciascuno di noi è un Io diverso ed ha metri di misura differenti che ogni volta considera migliori di quelli degli altri… Come se ne esce? La legge dei grandi numeri mi pare ancora e sempre la migliore…), mi vengono in mente le parole che il generale Frido von Senger und Etterlin, comandante di corpo d’ armata sul fronte francese ed italiano, scrisse nella sua autobiografica esperienza di guerra “Der Krieg in Europa”.
    Esaminando le caratteristiche dei suoi avversari principali, gli Inglesi, che ben conosceva avendo studiato per due anni ad Oxford, a parte le caratteristiche diciamo così “tecniche” ( il dominio sui mari, le colonie…) così si esprimeva nei confronti della loro mentalità:
    “La tesi tedesca della plutocrazia – per cui presso gli altri popoli l’ uomo della strada si ‘batteva per i ricchi’ – non era familiare agli Inglesi. Questi combattevano per un ideale che era incomprensibile ai tedeschi sotto il regime di Hitler. A questi ultimi veniva insegnato che bisognava liberarsi dell’ essenza della democrazia come ‘alterco parlamentare, algebra delle maggioranze, regime dei bonzi corrotti’. Per gli Inglesi, invece, la democrazia rappresenta la libertà personale, il diritto e quindi la dignità umana, tutte cose per la quali vale la pena di battersi”.
    Questo, ovviamente, negli anni ’40 del secolo scorso; ora la globalizzazione, la livellatrice di ogni diversità, sta facendo il proprio lavoro ovunque ed attraverso la medesima propaganda, a quanto pare: mai nulla di nuovo sotto il sole.

    Il “disagio” della democrazia colpisce, da noi, oggi tutti i partiti: ciascuno vorrebbe che potessero votare solo “quelli che capiscono”, cioè “i loro”. In realtà ci stanno riuscendo, vedendo l’ altissimo numero di astenuti dei quali, ovviamente, possono solo gioire: per le politiche non c’è quorum, basta quindi che votino amici e clientes.
    Occorre quindi moltiplicare i clientes.
    Il generale von Senger ci fa ben capire, però, cosa può nascere quando la democrazia perde colpi…

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...