Spigolature, Uncategorized

Il ring – 4 Maggio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Raramente ho assistito a un dibattito politico televisivo così ripugnante come quello fra la Le Pen e Macron, con la dama nera che fra ammiccamenti, insulti e risate sardoniche (e che come una scolaretta impreparata aveva bisogno dei foglietti precompilati per ricordarsi cosa dire) mi ha ricordato l’atteggiamento dei deputati fascisti quando Matteotti pronunciò il famoso j’accuse che gli costò la vita. Questi sono i fascisti, privi di argomenti ma pronti alla violenza, alla derisione e all’insulto. Per fortuna nella Francia paladina dei diritti dell’uomo pare che un sondaggio riveli che il 60% degli ascoltatori ha premiato Macron, con tanti saluti a quegli sventurati come Mélenchon, le cui dichiarazioni mi ricordano le analisi di molti esponenti di sinistra della repubblica di Weimar che ritenevano il nazismo un fenomeno transitorio utile ai loro fini. Ma quello che maggiormente mi ha stupito e indignato è stata la assoluta pochezza (eufemismo, la parola esatta è idiozia) dei conduttori che MAI sono riusciti a tenere in pugno la discussione, a contingentare i tempi e a pretendere un dibattito educato sui contenuti e che mi hanno ricordato i presentatori di quei talk-show pomeridiani di infima categoria nei quali i conduttori stessi aizzano i contendenti per aumentare l’audience di ignobile livello che li segue. Ma dove li hanno trovati dei pellegrini di quel tipo che hanno disonorato la categoria cui – pare – appartengono? Hanno visto il dibattito fra Trump e la Clinton o quello della BBC sulla Brexit? Anche questo un segno dei tempi? Mala, mala tempora.. allora!
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra oppure nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

One thought on “Il ring – 4 Maggio 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    “……….che mi hanno ricordato i presentatori di quei talk-show pomeridiani di infima categoria nei quali i conduttori stessi aizzano i contendenti per aumentare l’audience di ignobile livello che li segue……..”
    Parole sante di cui da noi abbondano gli esempi anche, veramente, fra pseudo interviste a due in cui il giornalista di turno, magari supertitolato/a, non si comporta come dovrebbe.
    Complice la diseducazione abbastanza generalizzata imperante nel nostro magnifico Paese.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...