Spigolature, Uncategorized

E adesso pover’uomo…? – 30 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
I romanzi di Hans Fallada sono ormai un ricordo sbiadito di una letteratura che non esiste più ma il titolo ben si attaglia al Renzi redivivo. Tralascio le miserande dichiarazioni del “carrozzellato” Mangiafoco del sud (ricordano tanto il titolo di un famoso film di Peter Sellers “Il ruggito del topo”)-  purtroppo sostenuto da una persona intelligente come Boccia – mentre ho trovato misurate e piene di buon senso quelle di Orlando. E anche il discorso di Renzi mi è parso ragionevomente misurato, ma come si passerà dalle parole ai fatti è un altro discorso. Il primo problema è quello del governo: può un vincitore con quei numeri e che per statuto è candidato al premierato accettare che un altro – seppure alleato – possa occupare la poltrona massima dello stato? E quali saranno le prime mosse e i collaboratori di cui si circonderà? E come recupererà i voti dei decerebrati ammaliati dal tragi-comico con le sue mirabolanti promesse? “Wait and see” ma il primo mese sarà fondamentale per capire cosa ha in mente. E non credo che sia “radiocomandato” da occulte potenze (i tempi di Clara Boothe Luce sono lontani): ne ha abbastanza da sé per fare bene o male. Incrocio le dita.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra oppure nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

Sad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

2 thoughts on “E adesso pover’uomo…? – 30 Aprile 2017

  1. Sandra Festi ha detto:

    Alla luce di questo innegabile successo, come primo compito, e per distrarsi dalle cose di governo che deve lasciare al gentleman Gentiloni, potrebbe rimettere in sesto il partito, che gli ha dimomostrato la sua fiducia nonostante una incuranza non solo sua, ma anche dei predecessori. Le ramificazioni capillari e, soprattutto, i responsabili delle organizzazioni di base, devono essere conosciuti e seguiti dal “generale”. Questo lavoro potrebbe riportare in vita prima di tutto i circoli del sud e delle isole, e riallacciare il rapporto vitale tra i vertici e gli iscritti. Il PD è l’ unico partito che vuole essere rappresentativo di esigenze popolari.

    Mi piace

  2. Roberto Barilli ha detto:

    Già, pover’uomo!
    Per ora mi sento di complimentarmi con Matteo Renzi per il bel risultato conseguito e con il PD tutto per avere portato ad esprimersi due milioni di persone ‘vere’ ai seggi.
    Ascoltando ieri notte i TG vari, sembrava di essere nel pieno di una campagna elettorale per le politiche e questo dava l’idea della straordinarietà dell’evento!
    Un piccolo raccontino che mi ha visto testimone diretto mentre, verso le dodici di ieri, ritornavo dal mio Circolo PD/seggio che è posto un poco in salita: una signora anzianissima e malferma sulle gambe accompagnata da altre due signore non più giovani che la sorreggevano ai lati e la accompagnavano a votare.
    E in cui si capiva benissimo che la prima aveva voluto assolutamente andarci ed ‘esserci’, immagino dopo affettuosi o amichevoli tentativi di dissuaderla tutti giustificati dalle sue precarie condizioni di salute.
    Una scena che raccontata così sembra inventata ma rigorosamente vera e reale che mi ha fatto riflettere profondamente in quel fermo immagine durato moltissimi secondi a osservarle.
    Anche per quella signora, indipendentemente da chi avrà votato, Matteo Renzi deve mettercela tutta per ridare al nostro Pese il ruolo che gli spetta in Europa e lo potrà fare, a Congresso avvenuto, con la massima efficacia nel ruolo di Premier.
    Per l’Italia la vera partita del presente (che è già futuro….) e del futuro vero e proprio si gioca tutta all’interno del nostro Continente.
    Quanto a Michele Emiliano, caro prof. Neri, è significativo che se uno intelligente come Francesco Boccia (da tenere presente: stabilissimo consorte di Nunzia De Girolamo con cui forma una coppia perfetta e operativa a 360 gradi…….), appoggia il nostro Mangiafuoco vorrà pure dire qualcosa!
    Ovvero che la disomogeneità sociale all’interno del Paese c’è, è rilevante e lo sappiamo benissimo tutti, Renzi compreso.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...