Spigolature, Uncategorized

Votazioni PD- 4 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Ero stato fin troppo facile profeta: i candidati alle votazioni di fatto rifiutano i risultati. Tralasciando quell’energumeno di Emiliano (posso solo sperare ancora nel CSM) le dichiarazioni di Orlando mi lasciano sconcertato. Ero stato (controvoglia) presente a una sua cena elettorale e le sue parole parevano improntate ad equilibrio e a quello spirito di sana competizione in cui avevo sperato facendo presagire un’accettazione cavalleresca di una possibile sconfitta. Ha citato come esempio di sconfitta chiara quello del referendum (60% a 40%) ma ora di fronte a risultati numericamente assai più significativi si aggrappa a quelle tipiche meschine argomentazioni che di fatto significano brogli. Niente che non mi aspettassi ma questo vuol dire che di fatto nel PD a fronte della probabile elezione di Renzi a segretario saremo nuovamente in presenza di una guerra fratricida che unitamente a quella dei fuoriusciti (nessuno è così anticlericale come gli spretati!) porteranno alla vittoria dei populisti e al ridimensionamento drastico del PD, almeno come grande forse di sinistra, che nel suo DNA ha la sconfitta come elemento distintivo. Ci si lamenta dei dirigenti dei partiti di destra come non democratici ma poi nel proprio alveo si ripetono gli stessi comportamenti senza pensare che alla nostra società non interessano le piccole, meschine diatribe interne ai partiti  e che una sua grande fetta (la totalità vorrei dire) vorrebbe vedere un partito unito, forte e determinato a condurre una vera battaglia politica senza impastoiarsi in problematiche personalistiche da basso impero. Amen.
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

4 thoughts on “Votazioni PD- 4 Aprile 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    caro prof. Neri, ma Lei mi tira proprio per i capelli con questo (e non solo questo!) Thread e quindi rispondo per le rime (😀) pubblicando sul Blog questa comunicazione che ieri ho indirizzata al Circolo PD XY al quale aderisco ma mandandola per conoscenza i due big del PD locale: Paolo Calvano e Francesco Critelli.
    Salto gli amichevoli convenevoli iniziali che pure ci sono stati perché gli incontri sono stati belli e interessanti.

    “Intanto un vivo complimento per la prevalenza della mozione Orlando al mio Circolo PD XY: quella mozione me la sono letta tutta con una lettura ‘veloce’ (idem per le altre due….) e l’ho trovata ricca di spunti interessanti certamente più adatta assieme a quella di Renzi, che come sai ho scelto, a un tipo di società come la nostra mentre quella di Emiliano, pure pregevole, riflette un radicamento sociale che è un poco diverso da quello che conosciamo.
    Il 30 aprile arrivano le Primarie, quelle ‘vere’, e sarà un mese intenso di dibattiti, proposte e discussioni tutte intese a chiarire ancora di più il senso delle scelte che ognuno di noi ha fatto fra questi tre candidati e magari, perché no, a modificare qualche preferenza sulla base dell’attualità e di quello che possiamo avere maturato nel frattempo.
    Ma la cosa che ritengo più importante di tutte trascorso questo appuntamento, sarà il compito dei dirigenti PD ad ogni livello e a partire da chi ha le responsabilità maggiori, di lavorare efficacemente per appianare le divisioni.
    Sono sicurissimo che questo modo di fare politica e di guardare al futuro sarà recepito con onestà intellettuale, spontaneità e chiarezza di intenti da parte di tutti noi che ci riconosciamo nel PD.
    Ricomporre le divisioni dopo le primarie del 30 aprile sarà una bella sfida ma sarà più facile vincerla se tutti, candidati, dirigenti e semplici elettori durante questo periodo che ci separa da questa data, penseranno al ‘dopo’.”

    Credo e spero molto che questo contributo, molto semplice per la verità e nemmeno troppo originale, possa trovare una risposta da parte dei due dirigenti interessati.
    Per il resto ……….. amen come chiude Lei e ci aggiungo anche, per restare in tema, un ‘ così sia’.
    Del resto se si ama e si crede nella politica, come è evidente anche per Lei se è andato a un convegno (lo preferisco a Convention….) di Orlando, che cosa si dovrebbe fare di più?
    Io non mi sogno proprio di rassegnarmi!

    Mi piace

  2. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Esatto.
    Forse dipende ( anche) dal fatto che sono tutti consapevoli che una vittoria di Renzi alle primarie porterebbe ad una sconfitta alle elezioni. Purtroppo o per fortuna a seconda dei punti di vista.
    A meno delle solite più o meno dichiarate “alleanze” e/o “patti” che tanto disgustano gli elettori di sinistra.
    Temo che ormai con Renzi non si vinca più, occorre cambiare la maschera in commedia. Ovvero che tutto cambi affinchè nulla cambi.

    Mi piace

    • Spero invece che Renzi ce la faccia: ci sono ancora molti mesi prima delle elezioni: tutto dipenderà dall’atteggiamento degli sconfitti. se sarà costruttivo o distruttivo. Speranze, purtroppo, dopo i recenti e quotidiani fatti, me ne sono rimaste poche…..

      Mi piace

    • Roberto Barilli ha detto:

      io rovescierei la questione chiedendo all’inventore dell’assioma (il copyright è di D’Alema ma sarà molto difficile cavargli qualcosa ……) chi dovrebbe vincere ai gazebo per poi vincere le elezioni politiche.
      Più semplice di cosí!
      Perchè sarò il primo a votarlo ai gazebo (l’ho anche scritto nella lettera al Circolo PD che si poteva pure cambiare idea nel frattempo …..) anche se si trattasse di Emiliano in persona con la ragionevole garanzia (non voglio esagerare con le pretese…..) di vincere le elezioni. E poi dopo me ne fregherei bellamente di Renzi che tanto uno cosí un lavoro ben retribuito ne trova a dozzine!
      Scusate, spero nessuno preferisca a Emiliano un Salvini o un Di Battista, vero?
      Stringendo: qualcuno ha un nome?
      Poichè temo che dai ‘tutti consapevoli’ non salterà fuori nessun pacchetto ‘nome+ garanzia’ continuo a sostenere la politica di Renzi più che la persona Renzi.
      Volete mettere la sottile soddisfazione che grazie proprio a Renzi ora il canone tv ( la vedo di rado ma è lo stesso) ora lo pagano tutti!

      Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...