Spigolature, Uncategorized

L’impresentabile – 30 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Va da sé che ormai il vocabolo “democrazia” ha perso molto del suo vigore etimologico ma nonostante tutto nella sensibilità popolare significa governo della maggioranza espressa dal voto popolare.  E con le primarie del PD NON si eleggono partiti diversi ma il capo del partito, un partito  che ha un peso solo se unito e compatto, ferma restando la dialettica (non la “guerra”) interna. Ecco che invece un magistrato (avete letto bene, un magistrato) dopo essersi comportato come uno squallido Masaniello nella questione degli ulivi di Puglia per accattare qualche voto svendendo la sua autorevolezza ora promette guerra all’interno del partito se non sarà prescelto (come tutti sanno che accadrà). Ecco non solo è un magistrato che andrebbe espulso dalla magistratura per la sua parzialità ma espulso anche dal PD perché di “guastatori”, occultamente in forza alla destra, il PD non ha certo bisogno. Con quella sua aria da Marx de noantri non parla, ruggisce come un novello Buttafuoco convinto di esprimere autorevolezza mentre esprime solo la rabbia di essere un modesto e ininfluente sconfitto. Nessuna parentela con Orlando che seriamente discute, propone, valuta in contrasto con Renzi (anche se qualche volta gli scappa – ma ci sta – una frase di troppo) ma che soprattutto dichiara che se sconfitto contribuirà al successo del PD e non alla sua sconfitta solo per combattere Renzi. Tagliarsi i … per far rabbia la moglie: ecco il proverbio perfetto le l’Emiliano Michele.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra oppure nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard
Spigolature, Uncategorized

Elezioni francesi – 24 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Dopo l’SOS inviato per i followers ho ricevuto varie adesioni. Riprendo quindi la pubblicazione di Bertoldo
Leggete anche il blog di recensioni musicali https://kurvenal.wordpress.com/
Posso solo dire che ho tirato un piccolo sospiro di sollievo davanti al risultato delle elezioni francesi anche se sono perfettamente consapevole che siamo ancora ben lontani dall’avere evitato la vittoria del fascismo in Francia, un fascismo – udite, udite – che come nel caso di Trump è stato votato in maggioranza da quella “classe” operaria che un ridicolo sindacato italiano si ostina a volere ancora individuare (ad esempio il Landini e la Camusso) quasi si fosse isolato in una campana di vetro atemporale. (Peccato che non sia possibile interrogare Marx in materia magari evocandolo in una seduta spiritica). E sarà interessante vedere oggi il risultato delle votazioni per l’Alitalia per il quale gli sciagurati sindacati di base hanno spinto per il no, con la conseguente (finalmente) liquidazione dell’Alitalia (darei un premio di stupidità alla dirigente che ha fatto spendere una fortuna per il nuovo look funereo delle hostesses) e la massa di disoccupati che ne consegue e l’accentuarsi della instabilità sociale a tutto vantaggio dei populisti di casa. I quali, ovviamente, non si sono accorti che la Le Pen non ha vinto ma inneggiano alla grande vittoria francese come trampolino per una vittoria in Italia. Spero solo che ottengano la stessa vittoria della Le Pen … ovvero arrivino secondi: sarò in tal caso ben felice di inneggiare alla loro vittoria. In questo ignobile bailamme (ma si sa, in Italia nessuno perde: dopo le elezioni tutti o hanno vinto o non hanno perso ..) i più ridicoli sono i pentastellati che non sanno che pesci pigliare sballottati fra Scilla e Cariddi e quindi si racchiudono – almeno per una volta! – in uno sdegnoso silenzio come se la cosa non li riguardasse. Naturalmente prima o poi il “capataz” Grillo darà la linea cui tutti i pecoroni si accoderanno con le piroette sofistiche che li contraddistingue. Purtroppo come gli sciagurati operai americani e francesi, abbiamo in italia una massa di decerebrati pronti a seguire le sirene Salvini e Grillo in nome di una “riverginizzazione” (scusate il neologismo!) della politica italiana ricordando che la verginità persa è facilmente nascondibile e riconquistabile anche fisiologicamente …  Insomma la illogica di questi votanti è che bisogna che tutto cambi .. dimenticando la celebre asserzione di Tommasi di Lampedusa .. perché nulla si modifichi. E adess0 per 15 giorni avremo politologi, giornalisti esperti fai-da-te a go-go che ci romperanno i cabbasisi con le solite, sballate previsioni consci del fatto che il giorno dopo nessuno si ricorda di questi aruspici del XXI secolo cui mai viene fatto pagare pegno.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra oppure nel riquadro in neretto sopra ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Followers – 22 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Mi scuso per l’argomento un po’ellittico rispetto al consueto. Il numero di “followers” del blog è … 10 il che indica un sostanziale disinteresse per i posts da me inseriti. Ora è del tutto evidente che con questo numero di interessati (followers)  questo blog non ha motivo di essere (Kurvenal ne ha più di 150!).  Quindi se questo numero non si incrementerà ragionevolmente (“clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post) capirò l’antifona e cesserò le pubblicazioni. Mi permetto di ricordare che l’iscrizione a Kurvenal NON è automaticamente trascritta su Bertoldo. Il mondo può in ogni caso tranquillamente fare a meno delle mie opinioni non musicali!!!!
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

ANPI – 21 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Ecco un argomento che in genere non manca di fare discutere. Esprimo quindi la mia opinione aprendo l’ombrello per ripararmi dalle critiche che ancor prima di averla pubblicata sento già piovere. Può ben ben essere che un’associazione come questa serva a ricordare cosa sia stata la guerra partigiana ma di certo leggendo le statistiche degli iscritti (solo una piccolissima parecentuale è stata veramente partigiana – l’età non perdona) mi pare che l’ANPI sia più un partito che un’associazione. Ne fa fede il fatto (a mio parere del tutto errato) che abbia preso partito in occasione del referendum (peraltro in buona compagnia di CGIL, CISL, bocciofila di Casalecchio etc.) dimenticando che proprio per la sua asserzione di NON essere un partito (come le associazioni sindacali)  non avrebbe dovuto esprimere un invito a un voto specifico nel rispetto della pluralità delle opinioni, che certamente al suo interno convivono, e della propria finalità istituzionale. Ora siamo in presenza di una nuova polemica: l’invito ai palestinesi da parte dell’ANPI a partecipare alla sfilata che ha suscitato le proteste della componente ebraica, che sarà polemicamente assente. Ora è fuori discussione che alla guerra partigiana italiana sia stata la brigata ebraica e non i palestinesi, a quel tempo guidati dal gran Muftì di Gerusalemme. alleato ideologico di Hitler (figura patetica e ridicola, che pietì un incontro e denaro dal dittatore tedesco) mentre è anche vero che gli stessi palestinesi sono oggi partigiani in una guerra contro il governo fascista di Netaniahu ma anche protagonisti, come gli israeliani, di episodi di violenza. Insomma un vespaio che è stato però risolto nel modo peggiore invitando tutti, come se i vertici ANPI non si rendessero conto dell’ αδυνατον. In questo caso, però, se la sfilata è per ricordare la guerra partigiana italiana allora che ci “capano” i palestinesi? E allora la minoranza birmana in lotta partigiana contro il governo centrale non vogliamo invitarla? Il risultato è che saranno presenti i palestinesi che stavano allora dalla parte sbagliata e saranno assenti coloro che per mille motivi hanno dovuto/potuto combattere per la loro sopravivvenza e la libertà d’Italia. L’ennesimo errore di un presidente, Smuraglia, che forse, data anche l’età, dovrebbe avere il buon senso di passare la mano. Chiudo con l’ombrello aperto.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Democrazia e media – 19 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Non è mia intenzione scrivere “brevi cenni sull’esistenza di Dio”, come si potrebbe evincere dal titolo: fior di “politologi” e “massmediologi” (che orribili nomi in italiano!) hanno fatto la loro fortuna discettando sull’argomento. La mia è solo una sconsolata riflessione su quanto avviene in Francia (ma solo come esempio). Un candidato non pago del lauto stipendio da ministro e parlamentare – François Fillon – ha “arrotondato” le entrate elargendo alla propria moglie – che nulla ha fatto – quanto avrebbe dovuto essere destinato a un segretario. Per carità, nulla di nuovo: chi non ricorda che il Bossi Umberto, quando al parlamento europeo, dove di fatto non andava mai come il suo delfino Salvini – prese come suo assistente il figlio (non il “trota” ma l’altro, il mancato pilota di rally, seppure indistinguibili per la loro ignoranza e il loro rapporto con la magistratura). Ma in Francia siamo al paradosso che questo “galantuomo” dal comportamento riconosciutamente truffaldino, potrebbe diventare presidente della repubblica, in quanto nonostante le malefatte, i sondaggi lo danno in corsa. Come peraltro la Le Pen, anch’essa incorsa in “incidenti” di percorso che hanno destato l’interesse della magistratura. La logica vorrebbe che questi personaggi fossero squalificati dagli elettori e invece il martellamento mediale obnubila il cervello e porta all’oblio se non alla connivenza. Cosa ci si può aspettare da questi figuri? Semplicemente che persistano nel loro modo di fare se officiati alla più alta carica dello stato. Ecco, la realtà è che la democrazia in questa età dei media diventa semplicemente un esercizio privo di reale significato e molto più semplicemente una truffa perpetrata soprattutto da coloro che pretendono di difenderla. “Wir leben in finsteren Zeiten” come già ebbe a dire B.Brecht.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Turchia – 17 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

E così l’energumeno l’ha avuta vinta – seppure di misura – nella scalata a un regime dittatoriale che gli permette di restare presidente (ma meglio dire monarca assoluto) della Turchia fino al 2034 (avete letto bene, il 2034). Una vergogna cui l’Europa continua ad assistere in silenzio come nel caso di Orbàn, della Polonia etc. dopo la tragedia della Brexit. Dice qualcosa a qualcuno la parola “appeasement”? Purtroppo non ne ho la capacità e i mezzi ma vorrei fondare un movimento contro questi dittatori travestiti da democratici che della democrazia fanno strame utilizzando la stupidità degli elettori e i mezzi di convinzione di massa che la tecnologia mette loro a disposizione. E nel silenzio – ad esempio – della classe accademica di cui faccio parte che ha solo “belato” una tiepida protesta e poi nulla a fronte dell’incarceramento di migliaia di colleghi che hanno avuto la sola colpa di pensare con la loro testa e di opporsi alla desecolarizzazione della Turchia. E che dire della richiesta di ergastolo da parte di un giudice epigono di Roland Freisler, un magistrato che disonora il suo ruolo, per una giornalista che ha “osato” criticare il bestione paraislamico? Persino Putin al suo confronto è un democratico. In un mondo ormai frantumato da ideologie e interessi inconciliabili la guerra appare sempre più come probabile, una guerra globale e non le guerre locali con le loro spaventose stragi cui ci siamo abituati come a un rito quotidiano. E tutti gli organi che potrebbero intervenire, fare sentire la loro voce, prendere posizione in modo netto e strangolare almeno economicamente questi satrapi (si pensi solo alla Cina nei confronti del tracagnotto dalla improbabile capigliatura Kim Jong Hun che in un mondo normale avrebbe un ruolo solo come macchietta in un film di terza categoria) stanno a guardare, si limitano a commentare, si baloccano in una sorta di diplomazia sotterranea tanto impotente quanto colpevole. interessati solo a guardarsi l’ombelico salvo risvegliarsi a una tragica realtà quando è troppo tardi. Eppure la storia recente ha dimostrato quanto questo atteggiamento sia disastroso ma dimenticarsene pare lo sport più popolare. Confesso che in linea puramente astratta mi piacerebbe confinarmi in un luogo remoto privo di comunicazioni per non subire il quotidiano stillicidio di notizie che mi fanno ribollire il sangue. OK, scrivere questo non è nello spirito del blog che in nessun modo vuole essere un sfogatoio come Facebook ma posso per una volta essere perdonato promettendo di non farlo mai più?
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard
Spigolature, Uncategorized

Ungheria – 13 Aprile 2017

Non profit bannerNon profit banner

Da tempo l’Ungheria si è avviata verso una fascistizzazione del suo stato, a piccoli passi, ma sempre in un’unica direzione. L’attuale premier Orbán deve avere come breviario l’agenda politica del suo predecessore Hörty, quello che consegnò nel 1944 gli ebrei a Hitler dando luogo a una delle maggiori carneficine della Shoah con la deportazione in massa di interi settori della popolazione. Per avere un’idea precisa della cosa suggerisco di visitare a Gerusalemme il museo della Shoah e le foto dei civili trasportati come bestie verso l’annientamento (perché questa è la traduzione esatta di Vernichtung). Ebbene di questo figuro e della sua ignobile politica si parla poco in nome di una vergognosa realpolitik che accetta qualunque cosa (è di ieri lo sganciamento della moneta cecoslovacca dall’euro) pur di evitare il collasso di quel morto vivente che è oggi l’Europa (come la Turchia per la Nato). Finalmente, finalmente, anche un intellettuale come Timothy Garton Ash leva la sua voce forte e chiara contro questo vergognoso personaggio sulla prima pagina di Repubblica con un articolo che non lascia spazio a fraintendimenti. Ma….il commentatore mattutino dei giornali di Radio3 non ne fa cenno, mentre si dilunga sui modestissimi fatti della politichina di casa nostra. Ora i casi sono due: o è cieco oppure non svolge correttamente il suo mestiere di giornalista. Lascio a voi scegliere quale sia la risposta giusta al dilemma.
 PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità.  
PPS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Se vi siete già iscritti al blog Kurvenal per favore re-iscrivetevi anche a questo. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Standard