Spigolature, Uncategorized

DP – 28 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit banner

Nomen  omen  dicevano i latini e che spasso vedere come le sigle della sinistra riciclino costantemente le stesse parole e le stesse iniziali. Ora il nuovo gruppo degli “scissionisti” (un nome lugubre che ricorda i fatti di Scampia) pare chiamarsi Democrazia e Progresso che abbreviato fa DP (la “e” si omette ovviamente). Ora DP è esattamente l’unico anagramma possibile di PD ed è sigla che ha fatto piangere di gioia e di rimembranza il canuto Capanna. Nelle parole si cela spesso più di quanto esse non vogliano dire: in un anagramma si rimescolano le lettere nel tentativo di creare una nuova locuzione di senso compiuto. Ecco: questo è ciò che DP (pardon DeP!) pretende di fare (o di essere), ovvero rimescolare per creare qualcosa di nuovo ma per il momento – per essere certi di differenziarsi – si limita a insultare chi nel PD è rimasto. Wir leben in finsteren Zeiten recita un verso ripetuto della bellissima poesia di Bertolt Brecht An die Nachgeborenen la cui modernità, a tanti anni dalla sua redazione, appare drammaticamente moderna e attuale. Ribadisco: ci sono argomenti dei DP che mi trovano consenziente (ma c’erano anche argomenti del Bertinotti – pochi – in cui mi ritrovavo) ma come nel caso dell’esponente di sinistra “al cachemire” è proprio necessario per sostenerli mandare a monte una stagione politica e regalare (sempre come nel caso di Bertinotti) il paese alla destra? Insomma, per completare un post con troppe citazioni (di cui mi scuso, ma la mia formazione “classica” riemerge sempre come un fiume carsico) cui prodest? Lugete, o Veneres Cupidinesque….
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

One thought on “DP – 28 Febbraio 2017

  1. Roberto Barilli ha detto:

    E sempre a proposito di Bertinotti, che considero un caso di scuola (a cui di diritto bisogna aggiungere la Signora, che accomuno anche lei alla vanagloria del consorte per averla osservata con attenzione in svariate situazioni ‘istituzionali’….) lo ricordo corteggiato a sua insaputa, è proprio il caso di dirlo, dalle tv del cd ‘cavaliere’ !
    E quindi intervistato e invitato a ripetizione, tronfio e agghindato con pullover di caschemire a quadri (ma era poi caschemire?) e con gli occhiali negligentemente portati con un cordino, con la sua erre moscia che doveva intellettualizzarlo a dismisura, presentato come il vero e autentico esempio di comunista degno di rispetto e non certo come quel catto comunista di Prodi, come chiosavano le medesime tv perchè il concetto entrasse ben bene nella testa degli inermi telespettatori!
    Ora, misera fine in una specie di contrappasso dantesco, partecipa a convegni di Comunione e Liberazione con corollario di riscoperta della fede …….. che in sè non ha niente di strano, anzi, ma se ci si arriva in quel modo allora il pensiero torna a Lutero!

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...