Spigolature, Uncategorized

Studenti e violenza- 13 Febbraio 2017

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Vengo ora da ascoltare una pseudo intervista (o forse meglio dire un monologo) di due attivisti dei centri sociali sugli episodi di violenza e distruzione che hanno caratterizzato la zona di Bologna vicino a Piazza Verdi e segnatamente la biblioteca della scuola di lettere. Dico la verità: l’ho riascoltata due volte perché non credevo alle mie orecchie. Uno dei due “speakers” rivendica il fatto che sia opportuno che la biblioteca sia frequentata dal maggior numero di studenti. Giustissimo: ma allora perché sabotare i tornelli? Solo per un ovvio motivo: perché si vuole che nei locali possa entrare tutta quella fauna che bivacca in Piazza Verdi che nulla ha a che vedere con gli studenti e che un comune e un ateneo lassisti non hanno mai voluto  (e sia chiaro non dico “potuto”) estirpare con la dovuta decisione. Ricordando che a Scienze Politiche e in via S. Petronio Vecchio situazioni incancrenite sono state risolte grazie alla dovuta decisione. Adesso ci si lecca le ferite ma che cosa viene fatto in concreto? A questi sventurati (“studenti” e istituzioni) vorrei dire che esistono leggi più che sufficienti a risolvere il problema (e basta con tutte le prescrizioni che hanno salvato nei tempi i responsabili di violenze) e che basterebbe applicarle con severità e decisione senza stupidi buonismi o mantra del tipo: no alla polizia nell’università. E questi “studenti” vengano in scuole universitarie (per chi non lo sapesse non esistono più le facoltà ma solo le “scuole”) dove è obbligatorio studiare e frequentare per vedere come tanti giovani si rompono la schiena per dare a sé stessi e all’Italia un futuro migliore. Giovani che certamente non perdono il loro tempo a discettare di rivoluzione, spazi di libertà etc.  ovvero di tutto il ciarpame vetero sinistrorso di una sparuta minoranza che non si rende conto del tempo in cui vive. Insomma: BASTA! E sono e ho sempre votato convintamente a sinistra. Ma non una sinistra stracciona d’accatto: una sinistra fatta di idee e capace di valutare i fenomeni globali di trasformazione del mondo. Chiedere alla classe operaia (ammesso che esista ancora) cosa pensa delle distruzioni dei luoghi del sapere che ha contribuito faticosamente a costruire con le sue tasse! Per fortuna non c’è più Bertinotti che ci spiega in modo sussiegoso cosa sono i “casseurs” delle “banlieus” come nel 2005!
PS La gestione di un blog è operazione talvolta faticosa. Molti dei miei lettori leggono il blog senza registrarsi. Chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla) e che può essere facilmente fatta “clikkando” sul riquadro “iscriviti” in basso a destra di ogni post e che permette di ricevere un messaggio email ogni nuovo post pubblicato. Grazie anticipatamente.

SadSad

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

3 thoughts on “Studenti e violenza- 13 Febbraio 2017

  1. Maria Cristina ha detto:

    Mah, sarà perchè non mi sono mai riconosciuta in alcuna ideologia politica o religiosa ( e quindi in alcun partito, cerco di votare leggendo i programmi – lo so, lo so, sono inguaribilmente nella vana ricerca di coerenza…) ma non trovo molta differenza tra gli “attivisti” odierni e quelli della fine anni ’70.
    Loro si sono tutti sistemati alla grande ( nel passato dei Paolo Mieli, dei Bondi, dei Ferrara, dei De Luca ( per non parlare di Sofri che ha ottimamente sistemato l’ intera famiglia) … dei più impensabili, insomma, c’è inevitabilmente un passato di Lotta Continua, Servire il Popolo o di “sinistra sinistra”.
    E nei curricula dei nostri giornalisti mainstream ci sono inevitabilmente gli inizi nel Manifesto.
    Ricordo che da studiosa di Filosofia ( che nel frattempo lavorava per affrancarsi dalla famiglia, come si desiderava ai tempi anche senza una necessità economica : quanti esami “saltati” per le occupazioni!) mi sforzavo di cercare di comprendere l’ assoluta mancanza di dubbi dei miei amici più “impegnati” che inevitabilmente chiudevano con un “Sei una borghese” ogni discorso che li mettesse in difficoltà nei contenuti e nei saperi ( quanti marxisti non conoscevano la vera grandezza di Marx!) uscendo dall’ orticello degli slogan.
    Orbene, tanti di loro me li ritrovo borghesissimamente sistemati in posti ben remunerati proprio grazie a quelle antiche appartenenze, quell’ antico impegno ( ed anche a quell’ antico casino, mi si perdoni la volgarità…)
    Non vorrei che anche lo “studente” di cui parla il Professore proprio nel rumore che riesce a produrre trovasse un ben apparecchiato futuro: spesso ritornano.

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...