Spigolature, Uncategorized

Occupazioni scolastiche- 26 Novembre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Nella plumbea situazione presente in Italia talvolta alcuni sporadici eventi aprono un fioca luce di speranza che la ragione e il buon senso possano prevalere. Gli scapaccioni rifilati da alcuni genitori ai figli che avevano ripetuto il trito e ridicolo rito dell’occupazione della scuola senza avere la minima idea delle ragioni alla base del gesto sono il segno che nella testa di alcuni educatori è ancora presente il senso della genetorialità e della missione educatrice che la società affida a madri e padri. Il tristissimo rito dell’occupazione come vacanza non prevista dal calendario scolastico, regolarmente esercitato in Ottobre o nelle vicinanze del Natale, quando gli impegni scolastici individuali sono meno pressanti,  ha perso persino il valore della provocazione per scadere in una sorta di kermesse nel corso della quale slogans ritriti, privi di valore specifico ed eternamente ripetuti dal 1968, quando persino i loro genitori non erano forse ancora nati, esprimono quel senso di  pochezza intellettuale che purtroppo informa molte delle impreparate teste degli adolescenti dell’era facebook. Quindi onore e merito a questi genitori nella speranza che la lezione serva ai rispettivi figli. E quale distanza da quegli sventurati genitori che hanno aggredito un insegnante “reo” di avere punito un disturbatore in classe. Un senso del tutto perverso di protezione dei figli che ha come unico risultato quello di instillare in loro un senso di diritto all’impunità, frutto di una interpretazione malata della “cogestione” della scuola dove non si sa più chi ha diritto a cosa. Compito dei genitori è solo quello di vigilare che non vengano commessi soprusi nei confronti dei figli ma poi è anche loro dovere lasciare che l’istituzione eserciti il proprio compito di educatrice. Spero solo che questi sventurati vengano condannati dalla giustizia penale, per loro esempio ma soprattutto per esempio ai loro figli.

 

Happy

Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...