Spigolature, Uncategorized

Università e plagio – 13 Ottobre 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Dunque i fatti. Un professore dell’università di Bologna viene insignito del titolo (apparentemente ambito, seppure non abbia alcun valore pratico) del titolo di “emerito”, nonostante che una commissione di ateneo (Fabio Roversi Monaco “regnante”) lo ritenesse colpevole dell’accademicamente (e non solo) infamante reato di plagio. Vicenda poi controversa con strascichi giudiziari di vario genere e con esiti diversi (“tot iudices tot sententiae”..). Un gruppo (sparuto) di professori giudica inaccettabile la cosa, 40 esponenti della società civile scrivono in materia al rettore indignati, la cosa viene segnalata ripetutamente agli organi accademici i quali se ne lavano le mani e come il manzoniano conte-zio preferiscono “quetare, sopire” insomma oppongono il classico “muro di gomma”. Al fine di dare peso a una giustificata protesta un professore dichiara di non volere più sorvegliare gli studenti durante gli esami  (v. https://sites.google.com/site/lucioxpicci/rassegnastampa)  se l’ateneo non sorveglia i propri professori e sottopone a referendum fra gli studenti la propria posizione. L’80% dichiara di volere essere sorvegliato (ma un 20% preferirebbe di no – interessante…). Diffondo la lettera presso tutti i colleghi dei dipartimenti della scuola di ingegneria. Rispondono in 5 (cinque su centinaia!) di cui due ritengono che non io abbia nulla di meglio da fare che perdere il tempo in queste stupidaggini (inutile ricordare che un ministro ha dovuto dimettersi in Germania per motivazioni simili) e tre dichiarano il loro sostegno. Inutile ricordare che in Italia solo 10 professori  rifiutarono (a costo della loro carriera) di giurare fedeltà al fascismo e che nessuno degli emeritandi insigniti del titolo nella stessa cerimonia (v. Schiena curva –  28 Luglio 2016) ha ritenuto di dovere esprimere il proprio dissenso (“ognuno per sé e per gli altri se ce n’è”).  Ma la cosa più strabiliante è che l’unica vicenda che sembra avere sollecitato l’interesse dell’opinione pubblica è quella dei “poveri studenti” coinvolti in una vicenda che non li riguarderebbe con un tipico atteggiamento mammista di chi, evidentemente, non vuole saperne di “beghe accademiche” e si interessa solo dei giovani virgulti che, naturalmente, vivendo in un ambiente infetto non potranno che copiarne gli atteggiamenti. Il chiudere gli occhi davanti alle malefatte è alla base dell’atteggiamento di tutti coloro che si sentono giustificati nel loro comportamento truffaldino al grido “lo fanno tutti”. Che dire? Penso veramente che l’Italia sia un paese senza speranza (e il confronto con la mia pluriennale esperienza all’estero è drammatico) e che forse sia opportuno staccarsi da altri paesi della UE con ben altri standard morali e proporre di partecipare a una costituenda “Unione del  Magreb”.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...