Spigolature, Uncategorized

Appeasement – 4 Agosto 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Può essere che l’ “affaire” Erdogan sia per me una sorta di ossessione ma non posso dimenticare quanto la storia mi ha insegnato. Il primo rappresentante dell’Europa che ha visitato la Turchia si è presentato con il cappello in mano e grande comprensione dopo che il rozzo satrapo si era persino permesso di apostrofare l’alto rappresentante per la politica estero con un “ehi Mogherini” nel corso di una intervista televisiva, roba che neppure Putin, quello delle interviste a gambe larghe, si permetterebbe. Questo figuro, assolto dall’accusa di truffa da una magistratura che non ha nulla di indipendente, che ha trafficato con il petrolio dell’ISIS a causa del quale il figlio è indagato per riciclaggio internazionale, che reprime sanguinosamente curdi e armeni NON merita un trattamento con i guanti ma dovrebbe essere trattato come si merita. L’Europa ben dovrebbe ricordarsi che la politica di “appeasement” ha un drammatico precedente impersonato da quella nullità che fu Neville Chamberlain e tutti sanno come andò a finire. Questo atteggiamento “morbido” riflette semplicemente l’impotenza di una entità che oggi non esiste più neppure come utopia: l’Europa. Se si guarda indietro alle grandi aspettative dei padri fondatori e le si confrontano con le miserie attuali si potrebbe semplicemente concludere che l’esperimento è fallito. Il parlamento europeo, organo senza poteri reali, riesce solo a decidere la lunghezza dei cetrioli o le dimensioni dei pesci da pescare. Sulle grandi questioni (e la Turchia è una grande questione) totale silenzio e impotenza. Se ora consideriamo che la cosiddetta Europa non è stata capace di risolvere i grandi problemi della crisi internazionale, che non ha un sistema di tassazione comune, che non ha un esercito etc. etc. cosa rimane? Semplicemente niente ed è su questa debolezza che maramaldeggia il dittatore Erdogan. Se continua così sarò costretto ad ammettere che i britannici che hanno votato Brexit hanno fatto la scelta giusta per motivi sbagliati.
Ps notturno: le dichiarazioni di Junker sono agghiaccianti. Si continua sempre più sulla strada delle tre scimmiette
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Annunci
Standard
Spigolature, Uncategorized

Protervia – 2 Agosto 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Per il vocabolo “protervia” mi era mancato finora un esempio sufficientemente significativo: l’ho trovato oggi nell’intervista della giornalista Lucia Goracci a Recep Erdogan. Nello stile dei peggiori dittatori a ogni domanda non risponde e al suo posto cerca di inserire argomenti che nulla hanno a che vedere con il quesito posto. Ad esempio alla domanda perché i giornalisti sono incarcerati risponde con il fatto che suo figlio è accusato in Italia di riciclaggio (dalla magistratura non dal governo!): che c’azzecca? Poi sempre nello stile dei tiranni comincia con i ricatti: vorrebbe la libera circolazione dei turchi in Europa ma non dice che non ha rispettato varie delle condizioni poste dalla EU per il soddisfacimento della richiesta (e aggiungo io con quello che succede mai deve essere concessa!) e sventola la possibilità per ritorsione di non bloccare più l’esodo dei migranti verso la Grecia. Sempre nel corso dell’intervista paragona l’organizzazione del presunto (a mio parere da lui organizzato) “golpe” alla P2 italiana ma si dimentica di ricordare che nessuna lista di proscrizione (a due giorni dal golpe… che efficienza questi turchi!) fu utilizzata in Italia. E così via. Un personaggio turpe, rozzo, che impersona perfettamente il significato di “protervia” e che l’Europa deve assolutamente emarginare senza tentennamenti. E tutti gli argomenti di “realpolitik” debbono essere messi da parte di fronte alle violazioni quotidiane perpetrate da questo ignobile satrapo, pronto, fra l’altro, a reintrodurre la pena di morte “perché il 52% della popolazione lo vuole”, un numero che non significa nulla (l’80% degli italiani vorrebbe l’abolizione delle tasse!) e che in bocca a un figuro di questa portata suona come una macabra beffa. Mi ripeto e perciò mi scuso: in Europa abbiamo già avuto un dittatore che ha perpetrato i peggiori crimini ricattando governi deboli che solo quando era troppo tardi si sono accorti della tragedia in atto. Forse Erdogan ha scelto per l’intervista attentamente la troppo gentile (oserei dire debole) Lucia Goracci: mi sarebbe piaciuto vederlo alle prese con un intervistatore “cazzuto” come Stephen Sackur della BBC (quello di “hard talk”) che non gli avrebbe lasciato scampo incalzandolo senza tregua ad ogni tentativo di svicolare. Ma i criminali sono tali anche nelle scelte della comunicazione.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard
Spigolature, Uncategorized

Boldrini e la lega – 1 Agosto 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete il blog delle recensioni musicali kurvenal.wordpress.com
La violenza verbale in politica è inversamente proporzionale al successo elettorale ed ecco che una “quaedam de populo”, tale Monica Bars leghista da Musile di Piave, metropoli veneta che mai sarebbe assurta al disonore delle cronache se non per le miserabili esternazioni della sua cittadina, afferma bellamente che la presidentessa della camera dei deputati andrebbe eliminata fisicamente, un’espressione inequivocabile in italiano. Naturalmente si sono subito attivati un avvocaticchio di ultima in cerca di miseranda parcella per spiegare che la cosa andava intesa in senso politico (il che farebbe presupporre che il leguleio sia anche a corto di conoscenza dell’italiano) e alcuni sodali di partito che hanno preso in modo blando e ipocrita le distanze dalla pasionaria in salsa padana, salvo naturalmente relativizzarle in modo da tentare di fare ricadere la colpa sulla Boldrini. Nulla di nuovo: ipocrisia, violenza verbale, protervia ovvero tutto il tipico ciarpame di una ideologia che non ha neppure il diritto di chiamarsi tale per la totale assenza di qualsiasi ragionamento e che parla al basso ventre della popolazione più retriva e ignorante. In ultima analisi la poveretta ha solo scimmiottato l’atteggiamento del suo capo Salvini (quello della bambolina gonfiata) dandone un’interpretazione autentica, in continuità con i suoi predecessori come Bossi, Rosi Mauro, il trota (sì quello della laurea in Albania presa a sua insaputa…) etc. Quosque tandem..
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Standard