Spigolature, Uncategorized

Una riflessione – 20 Luglio 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete il blog delle recensioni musicali kurvenal.wordpress.com
Ma dove sono finite le (poche) certezze delle persone come me che in modo “vichiano” credevano in un mondo che, seppure lentamente  e con alti e bassi, fosse destinato a un costante miglioramento, a un progresso? Tutto si sfalda davanti al cieco (e stupido) furore islamista che finirà per ricacciarci in un medioevo fatto di paura e isolamento, davanti alla negazione della libertà e della democrazia (quella vera), davanti all’ignoranza, al cinismo, alla insaziata sete di potere e denaro, davanti alla corruzione etc. Forse le persone come me hanno vissuto un sogno totalmente slegato dalla realtà oppure l’imbarbarimento generico delle società ha subito un’accelerazione imprevista. E quanto sono stufo di analisi storiche e sociologiche di questi fenomeni che servono solo a riempire la bocca di presunti intellettuali e politici che propugnano soluzioni sempre a lungo termine che ovviamente non avranno mai la possibilità di essere verificate. La realtà è che ognuno vorrebbe (e meriterebbe) soluzioni a breve periodo, hic et nunc, che nessuno non solo non propone ma che neppure azzarda per veti incrociati, timore di “apparire” etc. (ammesso che esistano ma non è possibile che solo il nulla imperi). Va da sé che certamente non sono soluzioni le panzane improponibili e impensabili del buffone dai capelli gialli (se mai diventerà presidente degli stati uniti mi candiderò a diventare uno degli astronauti senza ritorno sulla luna) ma è anche vero che apparentemente la nostra democrazia appare debole e sempre meno capace di generare gli anticorpi necessari a risolvere i problemi, ingolfata com’è in Italia in bizantine discussioni sull’italicum e sul referendum (per non dimenticare l’entrata in campo del bersanellum). Se non ci fosse da strapparsi le vesti ci sarebbe da morire dal ridere per questo abuso del latino da parte di chi non sa neppure cosa sia, come fanno gli americani negli articoli scientifici. Dum Romae consulitur Saguntum expugnatur  ma anche  dum loquimur fugerit invida aetas.  Ecco vorrei, vorremmo che almeno la nostra aetas fosse un poco più vivibile con meno chiacchiere e più fatti.
Sad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzanndo l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...