Spigolature, Uncategorized

Facebook – 7 Luglio 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete il blog delle recensioni musicali kurvenal.wordpress.com
Uno sguardo a Facebook e una cosa salta subito all’occhio: trattasi di sfogatoio per chi non ha mai voce in capitolo e sfoga tutta la sua rabbia e il suo livore a base di insulti anonimi provenienti dalla pancia e non dalla materia cerebrale (che forse non esiste). E’ a quelle “persone” che si rivolge il populismo che parla appunto alla pancia (ma meglio dire al ventre) delle persone cui vengono proposte soluzioni prêt-àporter chiaramente inattuabili e ridicole ma che a un pubblico assetato di vendetta (qualunque essa sia) suonano come caramelle. E Facebook è il regno di questi personaggi. Il commento tipico dura una riga al cui interno oltre le fesserie ci sono almeno due insulti. Facebook permette di parlare con la tastiera senza avere prima verificato di avere connesso il cervello.  Ma il problema è più grave. Facebook non è solo il regno degli imbecilli ma anche quello dei terroristi. E qui il discorso si fa più difficile. Va da sé che una censura preventiva configura ancora una volta il “grande fratello” di Orwelliana memoria ma come sempre si tratta di scegliere il male minore, almeno temporaneamente. La democrazia è un gran bel concetto ma se si trasforma in arbitrio o strumento di malaffare allora sono necessari provvedimenti. Quale sia il limite ove porre l’asticella è difficile da definire ma non è accettabile che a fronte di una difficoltà si rinunci a intervenire; abbiamo accettato restrizioni sulla nostra libertà personale dobbiamo attrezzarci a rinunciare a qualche libertà verbale. Se mi verrà in mente una buona definizione la “posterò”… ma non su Facebook!
SadSad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Annunci
Standard

One thought on “Facebook – 7 Luglio 2016

  1. Maria Cristina Marcucci ha detto:

    Pare che le quotazioni di Facebook siano in netto calo. Purtroppo la vulgata prescrive ai “giovani” la linea – sponsorizzata dal nostro non più giovane Premier – giusto giusto per poterli appunto “far sfogare”, controllare agevolmente, foraggiare il mercato Apple ed aumentare la cacofonia nelle loro testoline (lo scoppio di una guerra assumerà meno importanza della separazione di Belen e questo è molto comodo al potere) ma ormai in moltissimi, i più avvertiti, se ne sono allontanati, ammesso e non concesso che si siano mai iscritti. Ovviamente non fanno numero e non ci vengono comunicati: l’ euforia per il suddetto mercato deve apparire universale e costante. Pare siano in aumento gli utenti più “anziani” per reincontrare gli antichi amici ( invecchiati più di loro?) o agganciare sotto mentite spoglie improbabili partners: non è mai troppo tardi.
    Il Governo tutto continua imperterrito a twittare ad uso e consumo dei soli giornalisti (non immagino un cittadino comune che inizi la giornata consultando i Tweet di Renzi o di Orlando…) che ne daranno conto ai sudditi dallo schermo TV nel corso dei siparietti dei soliti noti negli infiniti talk show dallo share sotto lo zero… Insomma, il mercato gira sempre più stancamente, occorrerà inventarsi presto qualcosa di diverso.

    Quando un nuovo giocattolo viene consegnato ad un bambino questi prima di tutto lo esamina come oggetto fisico esattamente come farebbe un animale: solo in un secondo tempo, se di suo gradimento, lo usa in modo proprio. Gli adulti fanno la medesima cosa e le infinite App, gli infiniti inevitabili “aggiornamenti” (quante volte ci si trovava meglio prima!) dei nostri cellulari e dei nostri calcolatori servono proprio a mantenere l’ utente in un costante stato di acritica “esplorazione”.
    Da buon Italiano – ma il concetto si potrebbe estendere al mondo intero: sta proprio qui l’ imbroglio – non capisce nulla dell’ hardware e non immagina di portare costantemente con sè una sorta di braccialetto elettronico attraverso il quale è sempre raggiungibile, tracciabile, controllabile: la moglie ed il cliente lo agganceranno sempre e dovunque, disturbandolo all’ infinito con inutili “Dove sei? Cosa fai?Perchè non hai risposto?” ai quali sarà d’ obbligo ribattere inventandosi magari le antiche scuse della gioventù e sentirsi immancabilmente in colpa. I colpevoli di qualsivoglia delitto, poi ( tanto stupidi da portarsi il cellulare appresso?) offriranno l’ assist a bionde giovanissime criminologhe – mestiere postmoderno che a quanto pare richiede pochi anni di studio – per litigare in TV sugli “agganci” della infinite celle telefoniche : “Era qui. No, era lì…”
    Il 90% (ad essere parchi…) delle nostre telefonate sono inutili e quasi tutte le restanti sono moleste. Se poi vogliamo discorrere dei Tweet…

    Una ulteriore nota di tristezza: alcuni mesi fa il Governo (indefesso sponsor della Ditta up to date di Cupertino: se non compri Apple non vali…) ha annunciato a suon di fanfara l’ impegno di Tim Cook in quel di Napoli. La Apple aprirà una succursale in Campania.
    Ben conoscendo l’ importanza che il popolo italiano concede a tutto ciò che ha un vago sapore scientifico-tecnico-matematico ( intellettuali e politici compresi: avere meritato un costante 4 al Liceo in Fisica fa fico e lo si esterna compiaciuti…) e l’ incompetenza che ne consegue ho tenuto il peggio.
    Ed infatti… Cosa si produrrà in quel di Napoli?
    Ma delle App, ovviamente…

    Mi piace

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...