Spigolature, Uncategorized

Università – 14 Giugno 2016

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

Leggete il blog delle recensioni musicali kurvenal.wordpress.com
Archiviato senza nessun interesse l’ “affaire” professore nominato emerito pur essendo stato bollato dal senato accademico per avere copiato parti di un libro americano (e nessuno ha chiesto in base a quale perverso meccanismo questo sia successo e come sia possibile che il TAR si sia espresso in favore del suddetto – ma a che serve il TAR se non a legittimare il fatto che l’Italia sia il paese degli azzeccagarbugli?), facendo persino pensare che la bocciatura alla Fondazione Carisbo del rettore qualche fondamento l’avesse (magari casualmente), l’università torna nel dimenticatoio della pubblica opinione. Salvo poi tirarla fuori dal cassetto per qualche dichiarazione roboante di un politico in cerca di facile pubblicità. Eppure tanto ci sarebbe da dire senza stare a scomodare la comoda polemica sui “baroni” (che noia questo nome privo ormai di significato!) e per una volta non occuparsi solo di “ricerca” ma anche di “didattica”. Un ridicolo assunto vuole che chi fa buona ricerca sia anche un buon didatta. Nulla di più falso: la ricerca è condizione necessaria ma assolutamente non sufficiente. Qualcuno sa che i concorsi si vincono solo per le pubblicazioni mentre la didattica conta praticamente nulla? Eppure l’insegnamento è la metà del cielo dell’università ma i giovani, giustamente vogliosi di carriera, fanno didattica di malavoglia e spesso con risultati disastrosi. Qualcuno sa che i programmi dei corsi non sono controllati da nessuno? Si assegna un titolo poi ciascuno insegna quello che vuole in nome della libertà di insegnamento che diventa molto spesso arbitrio di insegnamento. Qualcuno sa che l’unico controllo è quello demandato a dei ridicoli questionari sottoposti agli studenti? Come se fossere iin grado di giudicare quello che debbono ancora imparare! E così via. Quando insegnavo a Londra la didattica dei professori era controllata mensilmente e chi sgarrava veniva espulso. Qui semplicemente non si controlla nulla e in molte scuole (le facoltà hanno cambiato nome grazie alla ineffabile Gelmini) addirittura non si controlla neppure se il docente ha fatto lezione. Meditate gente, meditate…
SadSad
Blogposts translations are available!Website Translation WidgetWith Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Apology:  in some cases (i.e. german) the translation can be totally meaningless. 
 NB: leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinché tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (i commenti, per essere pubblicati, debbono recare nome, cognome e email)!!
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links

Blog

IMG_5597

 

Annunci
Standard

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...